Zagarise – Iniziano i lavori per il ripristino dell’area di ristoro bruciata nel 2000

area di ristoroGrazie ad un finanziamento congiunto tra Comune di Zagarise, che ne ha curato il coordinamento e la progettazione affidata al dott. agr. Vincenzo Schipani, il Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese, l’azienda Calabria Verde ed il Parco Nazionale della Sila, i cittadini di Zagarise potranno godere di uno spazio verde attrezzato in loc. Aria dove nel 2000 un incendio doloso ha bruciato ettari di pineta tra cui l’area di ristoro, meta obbligata per tutti i zagaritani specie nei fine settimana primaverili ed estivi. Finalmente iniziano i lavori per rendere fruibile e ripiantumare un’area che i zagaritani aspettavano da 15 anni, e la cui distruzione ha lasciato un sentimento di rabbia per la viltà del gesto e tristezza per non poter più godere di un luogo nei pressi del Centro abitato a 700 metri s.l.m.. Oggi sono stati scaricati i primi 500 pali di castagno che serviranno per recintare l’intera area per poi consentire la piantumazione di oltre 600 piante e la posa in opera di tavolini e giochi per bimbi. E’ la prima volta che 4 enti cooperano per la realizzazione di un’opera pubblica ed in questo il mio più sentito ringraziamento va al Direttore del Parco Nazionale Michele Laudati, al Dirigente generale dell’azienda Calabria Verde Paolo Furgiuele, al Presidente del Consorzio di Bonifica Grazioso Manno ed al vice sindaco Giuseppe Dardano che ha curato il coordinamento dell’opera. Su espressa volontà del Presidente del Consorzio di Bonifica Grazioso Manno e del responsabile del settore agro-forestale Ing. Antonio Rotella per il trasporto dei pali è stato inaugurato il nuovo mezzo appena comprato dal Consorzio di Bonifica che oggi ha effettuato il primo viaggio a testimonianza di un forte legame tra il Consorzio guidato dal presidente Manno ed il Comune di Zagarise. Credo fermamente che la collaborazione fra enti sia la chiave di volta per dare alle nostre comunità le risposte che si attendono da anni e che soltanto attraverso una visione di sviluppo condivisa ed unitaria si potranno ottimizzare i costi e rendere più efficienti i servizi a totale beneficio della collettività.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.