Tuteliamo l’immagine del Comune di Davoli nel segno della trasparenza

Nessun “blitz” o “mistero” dietro la delibera di Giunta del 13 giugno 2022. Lo rende noto Giuseppe Papaleo, Sindaco del Comune di Davoli, a seguito di due articoli pubblicati rispettivamente sulla Gazzetta del Sud e sul sito d’informazione on-line Soverato Web. Le delibere di Giunta sono atti pubblici caratterizzati da intrinseca trasparenza.

L’esigenza di cooperare con i Carabinieri a seguito della nota del 1 giugno 2022 – con la quale si richiedeva documentazione relativa all’attività politica e amministrativa dell’Ente – ha reso necessario da un lato chiedere chiarimenti e formulare osservazioni rispetto alla mancata indicazione dell’oggetto e del perimetro delle investigazioni e, dall’altro, comprendere le ragioni di una acquisizione generalizzata di documenti. Appare, infatti, evidente il bisogno di tutelare l’onore e il prestigio dell’Ente territoriale dalla divulgazione di notizie pretestuose rivolte all’Autorità Giudiziaria al solo fine di SCREDITARE l’operato dell’Amministrazione Comunale.

Non a caso, proprio grazie all’intervento del legale nominato si è potuto interloquire con i Carabinieri della Compagnia di Soverato, i quali hanno reso edotta l’Amministrazione dell’esistenza di un procedimento a carico d’ignoti.

Sicché, nel rispetto della legge che vieta attività di acquisizione “esplorative” – probabilmente originate dalle delazioni di chi ha un interesse personale ad attaccare il Comune di Davoli – si è reso necessario tutelare l’immagine dell’Amministrazione e di riflesso l’interesse dei cittadini attraverso la nomina di un legale, individuato per nota esperienza e competenza nell’Avv. Valerio Murgano del Foro di Catanzaro.

Infine, nello spirito di lealtà e trasparenza che caratterizza i rapporti tra le Pubbliche Amministrazioni, abbiamo sin da subito manifestato la massima collaborazione agli inquirenti rivendicando, nel contempo, l’obiettivo di contemperare l’interesse al sereno svolgimento dell’attività politica e amministrativa dell’Ente con il perseguimento dei fini di giustizia.

Giuseppe Papaleo