Ad Antonio Megalizzi la tessera dell’Ordine dei giornalisti

È arrivato a Roma, all’aeroporto militare di Ciampino, il volo di Stato con la salma di Antonio Megalizzi, il giovane reporter trentino vittima dell’attentato al mercatino di Natale di Strasburgo. Ad accompagnarlo il papà Domenico e la fidanzata Luana Moresco. L’aereo, un Airbus A319, è atterrato poco prima delle 16.00.

Ad accogliere il corpo del giovane giornalista rimasto ucciso nella strage di Strasburgo c’era a Ciampino il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo dello Stato si è raccolto in preghiera davanti alla salma e ha avuto un breve colloquio con i familiari di Antonio. Accanto a lui il ministro per i rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro.

Il feretro, avvolto nel tricolore, ha lasciato l’aeroporto per il Policlinico Gemelli, per la Tac disposta dalla procura. In serata arriverà a Trento scortata dalla staffetta della Polizia di Stato. L’arrivo nella chiesa di Cristo Re dove sarà allestita la camera ardente dovrebbe avvenire in tarda serata: ad accogliere Antonio ci sarà l’arcivescovo Lauro Tisi, che guiderà una preghiera comunitaria nel pomeriggio. La camera ardente resterà aperta ininterrottamente fino al momento dei funerali, che si terranno giovedì.

Oggi il consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti ha ratificato l’iniziativa promossa dal presidente regionale dell’Ordine del Trentino Alto Adige, Mauro Keller, rilasciando un tesserino alla memoria di Antonio: la tessera reca la data dell’11 dicembre, il giorno dell’attentato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.