Anime nere: a marzo l’edizione americana

«Se Cormac McCarthy fosse nato in Calabria, avrebbe scritto questo libro. Anime Nere è il libro più buio e disperato che vi capiterà di leggere, che mantiene però intatta l’alchimia del noir»

È quanto scrive il celebre scrittore irlandese Ken Bruen in un lusinghiero giudizio riportato dal sito di Soho Press, l’editore americano che pubblicherà per i propri tipi il best-seller di Gioacchino Criaco, “Anime nere”, edito per la prima volta nel 2008 dalla casa editrice Rubbettino.

«Di rado sono stato così travolto – scioccato – e affascinato da un romanzo – continua Bruen – “Anime nere” è un bestseller crudo, selvaggio irresistibile nella sua brutalità senza compromessi e nella sua misteriosa ipnotica bellezza. La Calabria, terra di ’ndrangheta, appare infida, letale e feroce come le scene di Gomorra o di Suburra».

«La pubblicazione per gli USA e il Canada – ha commentato a caldo il direttore editoriale della Rubbettino Luigi Franco, editor di Anime nere e scout di Gioacchino Criaco – è la definitiva consacrazione di “Anime Nere” in ambito internazionale. Ed è il riconoscimento per un’editoria di qualità, capace di fare vero scouting (in vari ambiti) dando voce a quei talenti che altrimenti rimarrebbero inascoltati data la loro provenienza da aree definite, a torto, neglette e marginali. Siamo orgogliosi di essere stati lungimiranti e siamo certi che questa traduzione (dopo quelle già realizzate in Francia, Germania e Austria) farà da apripista all’estero anche per gli altri due nostri romanzi di Criaco, “Zefira” e “American Taste”, che assieme al primo compongono un’ideale trilogia aspromontana».

Dal romanzo di Gioacchino Criaco è stato tratto l’omonimo film pluripremiato e acclamato dalla critica di Francesco Munzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.