Borgia – Forse “usare” è meglio che valorizzare

Questo accade a Borgia, dove le associazioni vengono sfruttate a proprio uso e consumo.

Se è vero che la programmazione estiva non esiste da parte dell’amministrazione comunale, dall’altra non si può certo dire che le associazioni presenti da anni sul territorio non si siano prodigate per la realizzazione di lodevoli manifestazioni.
A quanto pare però, la maggioranza si preoccupa di pubblicizzare eventi “esterni” , che certamente arricchiscono il sano confronto ed offrono una serata di pubblico svago, ma non promuove allo stesso modo il faticoso lavoro svolto dalla diverse associazioni della sua comunità . Queste ultime infatti ogni anno offrono alla cittadinanza in forma gratuita ed appassionata le proprie attività affrontando svariate problematiche economiche ed organizzative ed assumendosi numerose responsabilità viste le nuove normative sulla sicurezza. Quanto detto ci appare alquanto grave ed increscioso (e teoricamente dovrebbe indignare un pò tutti)!

Allora una serie di domande sorgono spontanee. Come mai l’amministrazione preferisce sponsorizzare associazioni o fondazioni che svolgono le loro attività ed i loro interessi al di fuori del territorio borgese? Come mai gli eventi organizzati dalle associazioni borgesi non vengono sponsorizzati sulla pagina ufficiale di facebook del Comune di Borgia quando al contrario sarebbero solo motivo di vanto e di orgoglio? Come mai il rispetto “puntiglioso” della normativa sulla sicurezza diviene un ostacolo quasi insormontabile solo per alcuni? Come mai le associazioni del territorio subiscono maggiori difficoltà organizzative e gli ospiti sono privilegiati?

I come mai ed altrettanto i perché sarebbero infiniti ed imbarazzanti… questa amministrazione non sa, purtroppo, dove sta di casa la valorizzazione del territorio. Continuando con tali atteggiamenti scarsamente equi e meritocratici le persone che da sempre si dedicano anima e corpo senza secondi fini a creare cultura, arte, spettacolo, sport e tanto altro non riusciranno e non vorranno, a questo punto, investire le loro forze in un luogo in cui vengono palesemente utilizzati due pesi e due misure!

Dove sono andate a finire vorremmo sapere, tutte le risposte millantate sulla gestione del festival Armonie d’Arte dove nella scorsa legislatura il nostro gruppo proponeva una commissione di verifica consiliare riguardante le anomalie di bilancio (bocciata da alcuni degli attuali componenti della maggioranza) per i soldi rendicontati?

Cosa c’era da nascondere, si parlava di interessi dei cittadini?
In merito al parco, negli ultimi due anni i nostri amministratori sono stati presi a pesci in faccia, forse qualcuno non ricorda le conferenze stampa nella sede della camera di commercio a Catanzaro quando, mentre il comune metteva a disposizione operai e vigili per le serate nel parco, ma nel centro neanche un manifesto, siamo stati noi ad alzare la voce, chiedendo rispetto verso i cittadini.

Quanti giovani borgesi hanno lavorato in quel parco, spaccandosi la schiena alla ricerca della storia, ma come sempre il comune non ha sostenuto nessuna associazione locale per l’eventuale gestione.
Come mai ci chiediamo, ad alcune associazioni vengono regalati soldi a tre zeri mentre altre si devono accontentare di due/tre cento euro?

Siamo venuti a conoscenza di manifestazioni saltate e di alcune che salteranno sia sul centro che nella Roccelletta, leggiamo dichiarazioni di appartenenza e di valorizzazione che fanno venire i brividi, per poi capire che il tutto ha un senso, si quello elettorale!
Ci spiace ma su questi argomenti siamo e saremo intransigenti e ci batteremo per garantire pari dignità a tutti.
Il vangelo docet: NESSUN PROFETA E’ GRADITO NELLA SUA PATRIA!

I consiglieri di Nuova Borgia
Giovanni Maiuolo
Marta Cristofaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.