Chiaravalle, il sindaco: attivati finanziamenti per oltre 14 milioni di euro

Bilancio di due anni e mezzo di amministrazione senza generare nuovi debiti

L’amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale ha chiesto e ottenuto, negli ultimi due anni e mezzo, “finanziamenti europei, nazionali e regionali per un importo che supera i 14 milioni di euro”. E’ quanto spiega una nota a firma del sindaco, Domenico Donato.

Una cifra che, sottolinea il primo cittadino, “cancella lo zero”, cioè “il nulla”, di fondi ereditati dalla precedente gestione politica dell’ente. “Come da programma elettorale, stante la situazione di dissesto del Comune – prosegue il sindaco – la nuova amministrazione ha avviato una intensa attività di progettazione, attingendo a risorse disponibili a livello sovracomunale.

Tra i risultati di imminente visibilità, l’avvio dei lavori sull’edificio della scuola media per 792mila euro e sulla strada denominata Calogero per 249.700 euro. Tra i progetti finanziati: 6.315.000 euro per la scuola elementare; 685.636 euro per la caserma dei Vigili del Fuoco; 1.950.000 euro per le reti fognarie; ulteriori 3 milioni di euro per le scuole Pirivoglia, Foresta e media. Capitolo a parte quello relativo al servizio di raccolta rifiuti che sta raggiungendo livelli ottimali di differenziata tali da lasciare presagire, a breve, una riduzione di costi e tariffe per i cittadini. In questo settore i finanziamenti ammessi sono pari, complessivamente, a 250mila euro. Altre richieste di finanziamento (tra cui il progetto di valorizzazione dei borghi per il centro storico per un importo di un milione e mezzo di euro) sono in attesa di valutazione, per un importo pari a 2.785.823 euro. Infine, progetti per 1.228.406 euro sono stati ammessi, ma non finanziati, in attesa dello scorrimento della graduatoria”.

“In questo lasso di tempo – afferma Donato – senza generare nuovi debiti o mutui, ma con le risorse disponibili, sono state realizzate opere per il miglioramento della rete idrica, l’illuminazione pubblica, la viabilità, l’efficientamento energetico, la depurazione, l’arredo urbano e gli edifici pubblici. La nuova Piazza Calvario e il nuovo Parco Giochi hanno riaperto importanti spazi di socializzazione per i cittadini. Sempre guardando ai servizi, di particolare rilevanza l’Ufficio di Prossimità e gli sportelli Cantieri Imprese e Artigiancassa. Ultima, ma non ultima, la Casa della Salute, giunta alla fase del progetto esecutivo e oggetto di quotidiani incontri con la dirigenza Asp per il potenziamento della pianta organica e dell’offerta all’utenza ben prima della realizzazione della nuova struttura. Argomento, quest’ultimo, che sarà oggetto di uno specifico approfondimento. Tanto vale come replica a chi, forse per distrazione, non vede oppure fa finta di non vedere. Le stesse persone che lamentano mancanza di confronto e poi disertano i lavori delle commissioni consiliari”.