Chiaravalle, un forum al femminile per festeggiare l’8 marzo

Quattro testimonianze dell’essere donna in politica, nel lavoro, nella società. 

Quattro diverse prospettive per raccontare l’essere donna, nella giornata dell’8 marzo. Forum a Chiaravalle Centrale con la vicesindaca Stefania Fera, la presidente del Rotary Club di Soverato, Francesca Catuogno, l’ex modella Anna Prando e la giovane laureanda Sara Spanò. Moderato dal giornalista Francesco Pungitore, l’incontro ha toccato varie tematiche: l’impegno femminile in politica, nel mondo delle professioni, nell’associazionismo, in famiglia, il diritto al “benessere” anche quando l’età avanza e c’è voglia di vivere comunque in sintonia con se stesse e con il proprio corpo, la violenza di genere e le necessarie contromisure culturali da mettere in campo.

Senza retorica ma con esempi e testimonianze concrete, la Festa delle Donne è stata così celebrata con la chiara intenzione di difendere principi e valori che non tramontano, senza dimenticare le battaglie del passato e, soprattutto, le tante protagoniste che hanno combattuto per affermare la parità di genere in Italia e nel mondo. Stefania Fera ha raccontato la sua esperienza in politica, considerandosi “una privilegiata” per non aver mai dovuto affrontare, finora, situazioni discriminatorie legate all’essere donna.

Francesca Catuogno ha ricordato le attività promosse dal Rotary per sensibilizzare nella direzione di una cultura del rispetto. Un concetto ribadito anche da Sara Spanò che proprio oggi ha inaugurato a Catanzaro Lido una mostra fotografica dedicata all’universo femminile. Un’idea nata nel suo contesto universitario, a Roma, e trasportata in Calabria.

Molto particolare la storia di Anna Prando: nata a Bologna, ha vissuto a Milano e, poi, a Los Angeles, lavorando nel campo della moda. Dalla California è arrivata in Calabria, per una precisa scelta di vita. Tranquillità, armonia, natura incontaminata le caratteristiche della nostra regione che l’hanno conquistata.