Cocaina in auto e chiedono informazioni ai carabinieri, due fratelli calabresi arrestati dopo un controllo

Festa di Capodanno rovinata dalla sfortuna per due corrieri della droga che, con oltre un chilo di cocaina in auto, hanno pensato bene di chiedere informazioni stradali a una pattuglia dei Carabinieri di Viterbo. E’ successo lo scorso 30 dicembre e a finire in manette sono stati due fratelli di origini calabrese residenti da tempo a Roma.

I due hanno fermato la pattuglia chiedendo come raggiungere la località Ferento dicendo che dovevano raggiungere un fantomatico centro commerciale presente in quella zona (notoriamente rurale); uno dei due fratelli inoltre tremava in maniera inspiegabile.

I carabinieri hanno così deciso di effettuare un controllo e nel bagagliaio dell’utilitaria sulla quale viaggiavano i due hanno trovato un involucro contenente oltre un chilo di cocaina purissima: con la droga sequestrata si sarebbe potuto realizzare circa 5.000 dosi da immettere sul mercato, per introiti illegali di decine di migliaia di euro.

I due fratelli, uno di 66 e altro di 54 anni, sono stati arrestati e portati in carcere, dove il gip ha convalidato la misura cautelare.