Davoli – Incontro ”Aspetti regolatori e sanitari in materia di funghi”

davoliPer il prossimo 23 ottobre l’Associazione Ostro ed il costituendo Gruppo Micologico delle Alpi Marittime dello Jonio catanzarese hanno organizzato un workshop dal titolo “Aspetti regolatori e sanitari in materia di funghi, una risorsa da valorizzare”. Il workshop ha un chiaro obiettivo divulgativo della conoscenza degli aspetti botanici, tassonomici e regolatori della raccolta dei funghi unitamente alle implicazioni sanitarie che alimenti complessi come i funghi spesso determinano. Ma esso vuole anche essere un momento di approfondimento di quella discussione già avviata con i sindaci del comprensorio di Soverato in occasione del primo workshop micologico tenutosi nel gennaio 2014 sulle strategie da mettere in campo per la loro valorizzazione. In Calabria l’interesse per i funghi strutturato con criterio scientifico ha avuto inizio negli anni 60’ per l’importante intuizione dell’Ufficiale Sanitario di Roccella Jonica, Dr Giovanni Capocasale che, per primo, comprese l’importanza di aderire ad un’associazione micologica di rango nazionale come la Bresadola di Trento. Infatti, il Dr Capocasale, dopo aver partecipato nl 1966 ad un corso di aggiornamento sugli aspetti sanitari dei funghi eduli patrocinato dall’allora Ministero della Sanità, fondò la prima associazione micologica calabrese a Roccella Jonica aderente alla Bresadola di Trento e da lui stesso intitolata a “Nicola Capitò”. Pertanto, il workshop sarà inaugurato dal Sen Sisinio Zito che, alla presenza del Presidente dell’Associazione Micologica Bresadola di Roccella Jonica, rievocherà la figura del Dr Capocasale ed il suo impegno in questa materia sanitaria molto importante. I funghi sono al centro dell’attenzione delle nostre popolazioni in questo periodo dell’anno per il lodevole lavoro divulgativo che oggi svolgono le associazioni micologiche diffuse sul territorio regionale. Tuttavia, nonostante tale impegno, annualmente, drammatici eventi di intossicazione si ripresentano all’attenzione dei sanitari che, pertanto, anche quest’anno hanno aderito all’invito di partecipare a questo importante evento divulgativo. Così, esperti del calibro dei Dr Giuseppe Perri ed Ernesto Marra ci parleranno del riconoscimento dei funghi commestibili e degli aspetti clinici delle intossicazioni e della cura. I Dr Dario Macchioni e Domenico Monteleone ci parleranno degli aspetti regolatori sia regionali che nazionali in questa delicata materia. Molto attese sono le relazioni del Prof. Maurizio Siviglia, ambientalista e micologo di Serra San Bruno (VV), e del Dr Salvatore Spanò, Primo Dirigente del Corpo Forestale dello Stato (CZ), che ci parleranno dei funghi dalla prospettiva della conservazione e tutela dell’ambiente come principale obiettivo per il perdurare dei funghi nel nostro territorio. Il workshop terminerà con una cena a base di funghi a cui si potrà partecipare su invito e finalizzata a proseguire in maniera informale ed alla presenza degli illustri relatori la discussione su una delle risorse più caratteristiche della nostra Regione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.