Erasmus+, a Serra San Bruno 24 giovani europei per il progetto “Moving Rural”

È iniziato il progetto Erasmus+ “Moving Rural” a Serra San Bruno (VV) organizzato dall’associazione di promozione sociale Passepartout.up. Il progetto, approvato dall’Agenzia Nazionale Giovani e finanziato dall’Unione Europea, vede 24 giovani provenienti da Spagna, Portogallo , Grecia e Italia confrontarsi sullo sviluppo rurale nelle aree interne. Durante i giorni di attività a Serra San Bruno i giovani partecipanti potranno scoprire le bellezze naturalistiche e conoscere le imprese che animano l’economia e rendono più attrattivo il territorio.

«La funzione ricreativa che si attribuisce ai contesti ambientali – spiegano gli organizzatori Biagio Tassone e Edoardo Russo – intrecciata con fattori antropico culturali, tipici dei territori rurali, incrementa l’orientamento ecologico del turismo e lo porta a nuove forme che rappresentano per le comunità eccellenti fonti di sviluppo socio-economico».
Il turismo rurale, come forma di imprenditoria giovanile, è in piena evoluzione grazie alla creazione di itinerari tematici comunitari, enogastronomici e naturalistici. La grande occasione che offrono questi progetti è la condivisione di buone pratiche nella creazione di impresa e di itinerari che permettano ai giovani di avere partner internazionali nelle loro professioni.

«Negli ultimi anni – hanno fatto sapere gli attivisti – sono state strette diverse collaborazioni con partner europei, con l’obiettivo di avviare nuovi scambi in modo da far conoscere il nostro territorio anche al di fuori dei confini nazionali e, allo stesso tempo, dare opportunità ai giovani di viaggiare e confrontarsi in altri contesti culturali».
Sono previsti nei prossimi mesi diversi progetti all’estero in Grecia e in Romania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.