Falso allarme, pilota sbaglia tasto e segnala dirottamento. Panico all’aeroporto JFK di New York

La polizia armata ha preso d’assalto un velivolo JetBlue dopo che il pilota ha riferito che il suo volo è stato dirottato passeggeri bloccati

Falso allarme dirottamento aereo per un codice radio sbagliato. L’incredibile fatto è accaduto martedì 26 giugno all’aeroporto John F. Kennedy di New York. Il pilota del volo 1623 JetBlue diretto a Los Angeles delle 19.30 ora locale, ha pigiato il tasto che segna erroneamente un dirottamento a bordo.

Decine di agenti di polizia, ambulanze, uomini dell’Fbi, del Dipartimento di Sicurezza Nazionale e vigili del fuoco hanno circondato il volo, salendo a bordo e intimando ai passeggeri già terrorizzati ad alzare le mani in alto, costringendoli a restare così per diversi minuti. Un portavoce della JetBlue ha definito l’incidente un falso allarme: “Mentre la comunicazione è stata ristabilita usando i canali radio alternativi, l’aereo è stato ispezionato per diversi minuti senza che venisse trovata alcuna minaccia alla sicurezza”.

Il pilota, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, voleva solo comunicare di avere problemi radio e invece per errore ha usato il codice che segnala un dirottamento, allertando così, senza ragione, i mezzi di sicurezza e decine di poliziotti. Ci sono voluti 90 minuti prima che l’aereo potesse lasciare l’aeroporto di New York.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.