Finge dolori al torace e al Pronto soccorso ruba il portafogli di un’infermiera

ospedale-lamezia-termeGli agenti del Commissariato di polizia di Lamezia, diretti da Antonio Borelli, hanno arrestato Michele Catanzaro, 37 anni, di Curinga, sorvegliato speciale e pluripregiudicato perché colpito da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip Sonni, in quanto ritenuto responsabile di furto aggravato, utilizzo indebito di una carta bancomat ed evasione.

I fatti risalgono allo scorso 7 luglio quando l’uomo, già agli arresti domiciliari, va in ospedale per farsi visitare a causa di dolori toracici e, durante l’attesa al Pronto soccorso, sottrae un portafogli ad una dipendente conservato in un armadietto all’interno di uno spogliatoio. Successivamente effettua, presso uno sportello bancomat, un prelievo di 1.750 euro.

Le indagini, avviate da personale del posto fisso dell’Ospedale e della Polizia Scientifica hanno permesso di acquisire le immagini dei sistemi di videosorveglianza presso gli sportelli Bancomat e di accertare quindi che si trattava della stessa persona che aveva poco prima forzato una porta in ospedale per poi dirigersi agli sportelli bancari, mentre era stato più volte chiamato per poter essere sottoposto ad una visita specialistica. Gli accertamenti sull’elenco degli utenti del Pronto soccorso e il riconoscimento fotografico hanno permesso di accertare la responsabilità penale di Michele Catanzaro che è stato denunciato alla Procura della Repubblica (sost. Proc. Luigi Maffia) sulla base della gravità delle condotte, dei numerosi precedenti specifici Catanzaro è stato arrestato e associato alla casa circondariale di Catanzaro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.