La vera Calabria

Per il consolidato vezzo di parlare e scrivere solo degli aspetti negativi, che indubbiamente costituiscono un maggiore richiamo dell’attenzione della pubblica opinione, è passata quasi in silenzio nell’informazione locale (suscitando, invece, partecipata attenzione e convinto apprezzamento a livello nazionale, sia televisivo che giornalistico) quanto avvenuto nel piccolo paese di Melissa, in provincia di Crotone, dove gli abitanti, in piena notte e con il mare in tempesta, hanno prestato immediato soccorso a 51 naufraghi che, giunti fin lì a bordo di una barca a vela, si trovavano in gravi difficoltà e invocavano aiuto, senza interrogarsi sulla loro provenienza e senza attendere l’intervento delle forze dell’ordine nel frattempo allertate.

L’apprezzata e meritoria opera dei cittadini di Melissa rappresenta l’ulteriore tangibile, chiara ed evidente  dimostrazione che la Calabria non è solo “ndrangheta”, inefficiente ed insoddisfacente attività amministrativa (come purtroppo può apparire essendo i temi sui quali più frequentemente – se non quasi esclusivamente –  i commentatori argomentano), ma è anche e soprattutto generosità,  disponibilità all’accoglienza e sollecitudine verso il prossimo, secondo i principi solidamente da secoli radicati in questa sventurata terra sovente dimenticata, trascurata ed abbandonata.

Giuseppe Costarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.