L’Argentina domani al voto, in corsa anche un Calabrese

Mauricio_Macri-regginoDopo 12 anni di “kirchnerismo”, l’Argentina volta pagina con le elezioni di domani.. I 32 milioni di argentini chiamati alle urne dovranno scegliere fra tre candidati tutti di origine italiana. Daniel Scioli del Frente para la Victoria. Scioli viene dato al 40%, seguito dall’oppositore Mauricio Macri della coalizione Cambiemos, con un 30%, e da Sergio Massa, della coalizione Una, con il 20 per cento. L’ingegnere Mauricio Macri 56enne, ex sindaco di Buenos Aires, di origini calabresi, per la precisione reggino, paladino degli imprenditori e dalla classe media della capitale e di tutta la provincia. Figlio dell’imprenditore Franco Macri, che arrivò in Argentina nel gennaio del 1949.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.