Neonata morta a Montepaone, madre ascoltata dal magistrato

ospedale_di_Soverato1Prosegue il lavoro degli inquirenti che si occupano del caso della neonata trovata morta a Montepaone. Il sostituto procuratore Alessandro Prontera, titolare dell’indagine, ieri pomeriggio si è recato nell’ospedale di Soverato per interrogare la 32enne ucraina madre della piccola trovata morta all’interno di una valigia. La donna, che da lunedì si trova ricoverata, aveva sostenuto di aver avuto un aborto spontaneo al terzo mese. Una versione apparsa subito poco convincente e contraddetta dai primi risultati dell’inchiesta. Incongruenze che hanno portato all’iscrizione della donna nel registro degli indagati. Sul contenuto del nuovo colloquio con il pm viene mantenuto il più stretto riserbo. Sempre ieri il magistrato dovrebbe ascoltare altre persone tra cui il marito, l’idraulico 40enne originario di Montepaone ma da anni residente a Varese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.