Premio Speciale Fondazione Carical a Mimmo Gangemi

Di Gangemi Rubbettino ha di recente ripubblicato in nuova edizione il suo romanzo d’esordio

Andrà a Mimmo Gangemi e Raffaele Nigro il premio speciale della Fondazione Cassa di Risparmio di Calabria e di Lucania in quanto illustri testimoni e protagonisti culturali delle due rispettive regioni di appartenenza, la Calabria per Gangemi, la Basilicata per Nigro.

Il premio verrà consegnato domani 2 ottobre nella prestigiosa cornice del Teatro Rendano di Cosenza.
Mimmo Gangemi è considerato tra i più grandi narratori calabresi viventi, erede della grande tradizione “reggina” che annovera nomi come Alvaro, Perri, La Cava, Seminara.
Di Gangemi, Rubbettino, ha di recente pubblicato “Il prezzo della carne”, il suo romanzo di esordio (pubblicato all’epoca sempre da Rubbettino con il titolo “Un anno d’Aspromonte”), che in occasione della ripubblicazione è stato interamente rivisto e in parte rinarrato dall’autore.

Il romanzo racconta la storia di una banda di giovani delinquenti, scioperati e rancorosi verso un passato familiare fatto di stenti, che crede sia giunta l’ora di tentare la scorciatoia per il successo con estorsioni e minacce. Ne sono vittime una famiglia onesta, un possidente che sa il fatto suo, un emigrante arricchito. Accade però che in terra di ‘ndrangheta non è alle forze dell’ordine che ci si rivolge per avere protezione: chi non ha animo per arrangiarsi da solo, dovrà confidare negli “uomini di rispetto”. A tutto ciò fa da sfondo un’umanità ripiegata su se stessa dove invidie, legami d’onore, pettegolezzi, familismo sono il nutrimento quotidiano; dove l’emigrazione è un’emorragia, dove i misfatti di pochi gettano infamia sull’intera comunità e dove l’ordine naturale delle cose è dettato da regole ataviche.
Con un andamento carico di tensione e un coro da tragedia greca, Gangemi riesce a svelare i meccanismi segreti dai quali è nata e ha prosperato la ’ndrangheta.

libro_gangemi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.