Rinvenute dalla Polizia attrezzature rubate, restituite al legittimo proprietario

Catanzaro – Durante la mattinata di sabato scorso 5 gennaio, durante i quotidiani controlli eseguiti nel quartiere di viale Isonzo, una pattuglia della Squadra Volante dell’U.P.G. S.P è entrata in uno degli edifici composto da 14 alloggi di cui 10 disabitati poiché non agibili. All’interno di uno di questi ultimi, non assegnato dall’Ente proprietario ad alcun utente, che risultava comunque munito di porta, cadente, ma assicurata in modo alquanto sommario, veniva rinvenuto un ingente quantitativo di attrezzi da lavoro di vario genere, verosimilmente provento di numerosi furti (interi kit contenuti in valigette, compressori, un gruppo elettrogeno, elevatore a cavalletto, motosega, saldatrici, fresatrici, trapani avvitatori, taglierine, smerigliatrici, chiavi inglesi, ecc).

All’interno dell’alloggio, non abitabile per le condizioni igieniche e strutturali, e comunque privo di letti e di segni che potessero far presumere una presenza di persone che vi abitassero, non è stato rinvenuto alcun indizio utile per poter collegare il materiale ritrovato ad alcuno.

In passati controlli, lo stesso alloggio era, di fatto, utilizzato dai dirimpettai per riporvi masserizie, che informalmente interpellati hanno riferito di non aver più, da tempo, la disponibilità di detto alloggio. Tutte le attrezzature trovate, dopo i rilievi effettuati da personale del Gabinetto di Polizia Scientifica, sono state prelevate e poste sotto sequestro.

A seguito dell’attività info-investigativa, in breve è stato individuato il legittimo proprietario, per restituirgli gli attrezzi rinvenuti, un artigiano che nei giorni scorsi aveva subito il furto delle attrezzature e lo aveva denunciato ai Carabinieri. Non è la prima volta che le Forze di Polizia rinvengono droga o refurtiva nell’area degradata di Viale Isonzo senza poter individuare gli autori del reato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.