Ritrovata giovane scomparsa a Chieti, era in Calabria in compagnia di un tunisino

Si e’ conclusa col rientro a casa la “fuga” di una ragazza appena maggiorenne ed affetta da patologie, della quale i genitori avevano denunciato l’allontanamento volontario qualche giorno prima.

I genitori partiti in auto da Chieti per raggiungere Villa San Giovanni, luogo ove verosimilmente poteva trovarsi la figlia, hanno riferito agli Agenti della Sezione Polfer della cittadina calabrese di aver appreso che la figlia, in contatto da circa un anno tramite “facebook” con un giovane di origini tunisine, aveva deciso di incontrarlo e di andare a vivere con lui, in Sicilia.

Gli operatori della Polfer hanno immediatamente iniziato le ricerche presso gli imbarcaderi e presso le strutture ricettive del posto, allertando contemporaneamente la Centrale Operativa del Compartimento di Polizia Ferroviaria di Reggio Calabria.

Gli accertamenti intrapresi hanno consentito di accertare che, i due giovani, avevano passato la notte presso un albergo sito nelle immediate vicinanze della Stazione Centrale di Reggio Calabria. La giovane dopo aver riabbracciato i genitori ha deciso di far rientro a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.