Sparatoria a Roma, convalidato il fermo per un giovane calabrese

carabinieri14Convalidato l’arresto del 31enne, Vincenzo Fidale, di origini calabresi, fermato dai carabinieri perchè coinvolto nelle indagini sulla sparatoria avvenuta nel quartiere periferico di Ponte di Nona a Roma lo scorso lunedì dove hanno perso la vita Mirko Scarozza di 26 anni e Fabrizio Ventre di 35. L’uomo si trova nel carcere di Bologna dove è stato fermato e dove si era rifugiato dopo l’omicidio. Secondo quanto ricostruito, al momento, dai carabinieri del nucleo investigativo di Frascati, Vincenzo Fidale lunedì sera si era presentato nei pressi dell’abitazione di Fabrizio Ventre insieme a Mirko Scarozza. Qui la lite che ha portato alla sparatoria. Ventre avrebbe sparato per primo verso Scarozza colpendolo a un fianco e successivamente Fidale avrebbe sparato alla testa di Fabrizio Ventre. Ancora da chiarire i motivi del litigio anche se tra Scarozza e Ventre vi erano dei dissidi dovuti a una relazione che il più giovane aveva con l’ex moglie di Fabrizio Ventre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.