Stalettì, i doni della parrocchia alla Oncoematologia pediatrica del Ciaccio

 Amore e vicinanza nei confronti di chi soffre da parte di don Roberto e dei ragazzi dell’oratorio. 

Amore e vicinanza nei confronti di chi soffre. Sono i sentimenti espressi dalla parrocchia Santa Maria Assunta e dai giovani dell’oratorio di Stalettì che, al seguito di don Roberto Corapi, sono arrivati sino a Catanzaro, presso il reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Ciaccio. Insieme hanno portato in dono, ai bambini ammalati, giocattoli, sorrisi, affetto e tanta speranza. Una iniziativa nata nel ricordo di Gregorio Iiritano, un giovane di Stalettì vittima di un male incurabile.

“Doni dedicati all’angelo del sorriso, il nostro Gregorio, che amava i bambini e attraverso la sua testimonianza è diventato per tutti i giovani un modello da imitare, per le tante virtù che il Signore gli aveva dato” ha sottolineato don Roberto. “Gregorio oggi era presente nel sorriso e negli occhi di questi bimbi che vivono questo momento di sofferenza, insieme ai cari genitori. A loro dico coraggio, io prego per voi e con voi, il Signore non vi abbandona mai, abbiate fede in Lui sempre” ha aggiunto il parroco.  Ad accogliere don Roberto e i suoi giovani, il primario Maria Concetta Galati, con la sua équipe e la coordinatrice infermieristica Katia Rizzo.

“Grazie don Roberto – ha affermato la dott.ssa Galati – perché fa vedere attraverso la sua presenza Gesù buon pastore, vicino a chi soffre”. Don Roberto ha consegnato i tanti doni ai bimbi, ringraziando la dott.ssa Galati e i presenti per il servizio professionale attento e prezioso. Un plauso anche agli sponsor: Tiziana Fabiano, Andreina Amoruso e Selenia Patamia. “Si è scritta così un’altra pagina bella nella nostra comunità, di una chiesa in uscita che va dove regna la solitudine e la sofferenza, vicina ad anziani, bambini e persone in difficoltà” ha concluso don Roberto tra i sorrisi e gli abbracci dei piccoli pazienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.