Tenta di dare fuoco alla moglie, trovata l’auto del pregiudicato in fuga

Erano le 8.40 circa di questa mattina. L’uomo, Ciro Russo, 42 anni, dopo aver aperto lo sportello dell’autovettura a bordo della quale si trovava l’ex moglie, ha cosparso l’abitacolo di liquido infiammabile e appiccato il fuoco. Non è ancora chiaro il motivo del gravissimo gesto.

La donna, a causa delle fiamme, avrebbe riportato gravi ustioni in diverse parti del corpo ed è stata trasferita d’urgenza nel centro grandi ustionati di Bari. Secondo una prima ricostruzione, la donna stava percorrendo, da sud verso nord, la via Frangipane a bordo della sua piccola utilitaria, una Citroen C1, quando ha incrociato l’auto sulla quale viaggiava l’ex consorte che appena l’ha vista l’ha speronata, facendola andare a sbattere contro il muro di un isolato.

 Dopo aver compiuto il gravissimo gesto, si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. E non è escluso nel tentativo di mettere a segno l’azione delittuosa sia rimasto anche lui ustionato. Sul posto, sono subito intervenuti i sanitari del 118 e gli agenti della Polizia di Stato. Poliziotti che si sono messi subito sulle tracce del malvivente. Da quanto si apprende sarebbe evaso dagli arresti domiciliari ad Ercolano, dove risiedeva.

Gli investigatori stanno acquisendo le immagini degli impianti di videosorveglianza piazzati in zona e sulla scena del crimine, nel tentativo di ricostruire quanto accaduto, nonché i movimenti dell’uomo e l’eventuale via di fuga. La Polizia ha diramato la foto segnaletica. L’uomo, di corporatura robusta, brizzolato, alto 1.88 mt, con occhi marroni, si è allontanato a bordo di un’autovettura Hyundai i30 di colore grigio scuro targata FF685FW rinvenuta dalla Polizia di Stato nel primo pomeriggio.

ALTRI ARTICOLI

Articoli correlati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.