Trasversale delle Serre, per il tratto Gagliato-Satriano scatta il Piano B

A San Vito incontro tra i sindaci e l’assessore regionale Musmanno: chiesti investimenti immediati per 54 milioni di euro sulla viabilità esistente. 

Per il tratto Gagliato-Satriano della Trasversale delle Serre scatta il Piano B. In pratica, una rimodulazione del progetto esistente, finanziato solo in parte e la cui realizzazione sembra presagire ulteriori tempi biblici. I sindaci della zona ne hanno discusso con l’assessore regionale alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, nel corso di un incontro che si è svolto presso la sala consiliare di San Vito sullo Ionio.

La richiesta delle amministrazioni locali è stata molto chiara: investire i 54 milioni di euro già disponibili per il lotto in questione, dirottando quelle risorse sulla viabilità esistente. Nello specifico, sull’ammodernamento della provinciale “Gagliato-Mare” e della vecchia statale 182 nel tratto Campo Petrizzi-Laganosa. Un cambio di programma che “consentirebbe di avviare i cantieri già a fine 2019” ha concordato l’assessore Musmanno. La proposta sarà formalizzata domani (venerdì 15 marzo) nel corso di un ulteriore incontro convocato presso la sede municipale di Chiaravalle Centrale alle ore 12. Verrà predisposto un verbale che metterà nero su bianco le priorità del territorio da consegnare a Musmanno per farsene interprete in tutte le sedi: Anas, Cipe e Ministero dei Trasporti.

Presente a San Vito anche una rappresentanza del Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” che, dialogando con l’assessore Musmanno, ha sottolineato la necessità di sottoporre ad Anas anche l’urgenza del riappalto della bretella Gagliato-Campo Petrizzi, da dieci anni abbandonata nel degrado più totale. Sono intervenuti all’incontro con Musmanno, tra gli altri: il sindaco di San Vito, Alessandro Doria, con il vicesindaco Sergio Montisano, l’assessore Francesco Piacente, il presidente del consiglio Antonio Puzzello e i consiglieri di maggioranza Claudio Cosentino e Salvatore Rigillo; il sindaco di Montepaone, Mario Migliarese; il sindaco di Torre di Ruggiero, Mario Barbieri; il sindaco di Cardinale, Danilo Staglianò; il sindaco di Petrizzi, Mimmo Mazza; il sindaco di Chiaravalle, Mimmo Donato, con il vicesindaco Stefania Fera e la consigliera di minoranza Emanuela Neri; la vicepresidente dell’Ordine provinciale degli Architetti, Francesca Savari.

La riunione è proseguita con l’illustrazione, da parte dell’assessore regionale Musmanno, di due bandi regionali finalizzati a lenire il disagio abitativo nelle aree interne, con altrettante linee di finanziamento pari a 26 milioni di euro per il rischio sismico e 16,5 milioni di euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche. I lavori, in questo caso, sono stati introdotti dal sindaco Doria, dall’ex presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, e dall’ex sindaco di Satriano Michele Drosi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.