Una visita a misura di studente

Il 28 Novembre, in occasione delle mattinate FAI d’Inverno 2018, il borgo di Guardavalle si è animato, ospitando più di 600 alunni provenienti dalle scuole del comprensorio Soveratese.

A svolgere il ruolo di “Apprendisti ciceroni” gli alunni dell’IIS “Guarasci – Calabretta”, precisamente i ragazzi della III E del Liceo Scientifico guidati dalle professoresse Ornella Ieropoli e Concetta Salerno; e gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Aldo Moro” di Guardavalle coordinati dalla professoressa Mariangela Salerno. Questi giovani apprendisti ciceroni si sono destreggiati con organizzazione e consapevolezza all’interno di un evento così importante, preparandosi per mesi e mettendo tutto il loro impegno e la loro volontà.

Studenti e insegnanti, giunti in visita, sono stati guidati alla scoperta di Palazzi Nobiliari, Chiese, Torri e vari portali sparsi per le vie del paese. Attraverso questo itinerario alla scoperta del Borgo di Guardavalle, si sono scoperte le bellezze artistiche e culturali del posto spesso sottovalutate o, addirittura, ignorate.

È appunto questo l’obbiettivo che il FAI propone attraverso gli apprendisti ciceroni: far conoscere tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano, mettendo in atto l’articolo 9 della Costituzione Italiana recita: ”La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

La manifestazione è riuscita nel migliore dei modi grazie alla partecipazione di tutto il popolo Guardavallese, le forze dell’Ordine e l’entusiasmo del Sindaco Pino Ussia, che, sin dal primo momento, ha accolto con gioia la proposta di rendere il borgo di Guardavalle protagonista di questo evento. Nel corso della mattinata è giunta poi sul posto il Capo Delegazione FAI di Catanzaro prof.ssa Gloria Samà, entusiasta per l’ottima riuscita dell’evento e felice di annunciare l’appuntamento con le Giornate FAI di Primavera, che si terranno nel borgo di Badolato, il 23 e 24 Marzo 2018.

Mariabeatrice Gallelli e Ludovica De Troia

ALTRI ARTICOLI