Vaccini: la Calabria ultima in Italia con il 73% di somministrazioni

Il dato emerge dall’ultimo report online del governo, aggiornato alle ore 06.01 di questa mattina. La Calabria fanalino di coda per le somministrazioni di vaccino con il 73%. A livello nazionale è ultima per quanto riguarda il rapporto tra dosi di vaccino anti Covid consegnate e somministrate. La percentuale finora raggiunta dalla Calabria è del 73% (somministrate 300.999 dosi sulle 412.450 consegnate), mentre la media nazionale è dell’81,4%.

Poco più sopra della Calabria ci sono la Sardegna (74,9%) e la Puglia (75,8%). In Calabria le dosi sono state somministrate a 78.357 operatori sanitari, 2.461 personale non sanitario, 20.132 ospiti di strutture residenziali, 85.003 over 80, 11.051 forze armate, 21.063 personale scolastico, “altro” 82.932.

Proprio su quest’ultima categoria negli ultimi giorni è scoppiata una forte polemica, dopo varie denunce contro presunti “furbetti” che avrebbero scavalcato le liste di prenotazione ottenendo un vaccino destinato, invece, alle categorie al momento ritenute prioritarie. Vari esponenti politici e non solo hanno chiesto alle autorità sanitarie una verifica per capire chi, eventualmente, si nasconda dietro questa voce “altro” che compare nei report sul numero dei vaccinati in Calabria.