VII Edizione del Presepe Vivente di Sant’Andrea Ionio

La VII Edizione del Presepe Vivente di Sant’Andrea Ionio si svolgerà nei giorni tra il 26 ed il 30 dicembre 2018. È inoltre prevista una prima giornata, in data 21 dicembre, durante la quale si terrà una conferenza stampa di presentazione dell’evento all’interno del Chiostro del Convento delle Suore Riparatrici, rivolto agli organi di stampa e informazione ed aperto ai cittadini, per illustrare la struttura e le finalità dell’evento.
La presentazione sarà, inoltre, mirata al coinvolgimento degli enti culturali locali e non, al fine di promuovere occasioni di collaborazione costruttiva sul territorio.
Durante la serata è prevista l’esibizione della fanfara locale, ed in particolar modo delle zampogne a chiave delle Serre, strumenti della tradizione di Sant’Andrea Ionio.

La serata si concluderà con un buffet di prodotti tipici e con la proiezione, presso il Museo della Memoria, di alcune immagini tratte dalle precedenti edizioni, che ripercorreranno la storia di questa manifestazione.
La seconda, la quinta e la sesta giornata, rispettivamente 26, 29 e 30 dicembre, prevedono l’apertura degli stand dei prodotti tipici enogastronomici e artigianali, in collaborazione con le aziende e gli artigiani andreolesi e l’Associazione Punta Stilo, partner dell’evento, che è impegnata nella promozione di una rete di aziende agricole biologiche calabresi, oltre agli stand che saranno allestiti dagli ospiti della Comunità Terapeutica Redancia in cui proporranno le loro creazioni ceramiche.

Dalle ore 17.00 sarà possibile visitare il Presepe Vivente, organizzato mediante un percorso che alterna visione e realtà, in una sequenza temporale che riproduce piccoli quadretti della vita di un tempo dei Borghi Calabresi, che si intrecciano con la storia di Gesù.
L’aspetto folkloristico si esprime con la rappresentazione di momenti e tradizioni della vita del posto: dalla preparazione del pane, a quella del sapone e di altri prodotti tipici.
Non manca il riferimento alla tradizione locale della lavorazione della ceramica, rappresentata in una postazione che vede coinvolti i Maestri ceramisti andreolesi.

Lo scenario che si va a creare, è praticamente un piccolo museo delle arti e dei mestieri della Calabria di un tempo, allestito in una cornice teatrale naturale. Il Presepe Vivente non è affatto statico e silenzioso ma è recitato e cantato, anche con una certa enfasi, in ogni sua postazione.
Le visite si svolgono a piccoli gruppi: le guide accompagnano i visitatori ed è vietato parlare sia con gli altri membri del gruppo, sia con i figuranti. Tutto si svolge nel rispetto della scena e delle musiche, esigendo il silenzio degli spettatori, proprio come a teatro.
Al termine del percorso, sarà possibile visitare il tradizionale Presepe andreolese, allestito all’interno della Chiesa Matrice Santi Apostoli Pietro e Paolo: il Presepe ha una superficie di oltre 30 metri quadri. Le strutture e le scenografie, sono rimaste immutate nel tempo. I materiali, infatti, sono quelli della tradizione “povera” del presepe: Sughero, muschio, sabbia.

La bellezza ed il valore aggiunto è dato dalle statue in terracotta, tutte di 30 cm, risalenti ad oltre un secolo e mezzo fa, e restaurate da un artigiano del luogo negli anni ’90. Sono più di 100 statue divise in 10 gruppi: osannanti, adoranti, giubilanti, sognanti, vigilanti, itineranti in stile antico, profeti, re magi, antichi mestieri e itineranti in stile moderno.
La terza e la quarta giornata, rispettivamente 27 e 28 dicembre, prevedono una serie di visite guidate nel centro storico, attraversando le vie interessate dal Presepe e visitando i luoghi di maggior interesse storico-culturale. Le visite si svolgeranno a gruppi, accompagnati da guide specializzate.

Durante le due serate, funzioneranno gli stand dei prodotti tipici enogastronomici e artigianali e sarà possibile visitare il tradizionale Presepe allestito all’interno della chiesa Matrice Santi Apostoli Pietro e Paolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.