Carro funebre diretto in Calabria fermato dalla Polizia, era privo di assicurazione

Una pattuglia del reparto prevenzione crimine della Polizia ha fermato stamane un carro funebre nel centro di Padova perché privo di assicurazione, sorpreso grazie al sistema di controllo delle targhe.

Il mezzo trasportava il feretro con la salma di Francesco Mazzei, il 38enne di origine crotonese ucciso 15 giorni fa a Bagnoli di Sopra (Padova) da Benedetto Allia, imprenditore catanese.

Il carro funebre infatti stava riportando il corpo della vittima dell’omicidio in Calabria per la sepoltura. Gli agenti hanno quindi contattato l’assicurazione che ha attivato una polizza d’emergenza e provvisoria, per permettere il trasporto della salma.