Borbonici e revisionismo storico

articoliutenti1Esimio professore Nisticò mi scuso vivamente per l’errore di semantica ma come si sa può sempre capitare. Detto questo vorrei dirle che non voglio sentirmi rassicurato sulla sorte della nostra gente, ma vorrei giustizia.la storia si sa ha bisogno di riscontri oggettivi, vanno verificate date, luoghi, testimonianze,contesti ecc. ma sostenere che i nostri briganti hanno ucciso più soldati piemontesi di quanto abbiano fatto i piemontesi con i meridionali siamo al paradosso. Mi sento senza dubbio alcuno di legittimare la lotta del brigantaggio contro l’oppressore e invasore piemontese. Come tu vieni invadi la mia terra stupri le mie donne uccidi i miei figli e ti devo fare pure l’applauso.

Io la seguo molto prof solo per quanto riguarda i suoi interventi sul regno che ritengo importanti ed esaustivi pur nella loro complessità. Ultimamente noto un certo revisionismo da parte sua, non le nascondo che mi lascia un po’ perplesso, dipinge il regno come un covo di incapaci, di inetti, parassiti e questo sappiamo benissimo che non è vero, o forse la sua è rabbia perché non siamo riusciti a ributtare a mare i savoiardi ladroni?

Saluti e viva Re Ferdinando
Ezio Leonardi

ARTICOLO CORRELATO
Leonardi e Tulelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.