Consorzio Metano Preserre, corsa a due per la presidenza

Chiaravalle smentisce candidature, restano in campo Barbieri e Lampasi. 

Corsa a due per la presidenza del Consorzio di Metanizzazione delle Preserre. L’out-sider di turno è il sindaco di Monterosso, Antonio Lampasi, a capo di una cordata di amministrazioni comunali dell’Angitolano. Favorito è il primo cittadino di Torre di Ruggiero, Mario Barbieri, che si dichiara fiducioso di portare in dote “almeno il 52 per cento” delle quote societarie in suo favore.

A sostegno di Barbieri si schiera, infatti, il Comune di Chiaravalle Centrale, principale azionista del Consorzio per numero di abitanti. Smentita, dalla stessa amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale, l’indiscrezione di una possibile terza candidatura.

“Indiscrezioni giornalistiche senza fondamento e chiacchiericci da marciapiede – è scritto in una nota di precisazione dell’ente – hanno avanzato l’ipotesi di una candidatura dell’ex vicesindaco di Chiaravalle Centrale, Pina Rizzo, alla presidenza del Consorzio di Metanizzazione delle Preserre. Una notizia da ritenersi assolutamente priva di riscontro concreto nella realtà dei fatti, frutto solo di improbabili tentativi di strumentalizzazione politica dai quali questa amministrazione si tira decisamente fuori. Le iniziative di questo Comune per la difesa e il rilancio del Consorzio sono sempre state e continueranno ad essere limpide, trasparenti, in uno spirito propositivo, costruttivo e di collaborazione costante con le altre amministrazioni locali”.

In qualità di consigliera comunale delegata, dunque, Pina Rizzo continuerà ad occuparsi di cultura nella sua città “con buona pace dei soliti noti”. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.