Droga nelle scuole di Soverato, il dirigente: “ascoltiamo i giovani per coglierne i disagi”

Il progetto “Scuole sicure”, che in questi giorni si è concretizzato in una serie di controlli da parte dei carabinieri della compagnia di Soverato, si arricchisce di significati aggiunti nell’esperienza del dirigente scolastico Domenico Servello che spiega le valenze dell’operazione di prevenzione e sensibilizzazione contro l’uso di droghe eseguita nei giorni scorsi al Malafarina.

Una tematica delicata, di fronte alla quale il dirigente dell’Istituto tecnico e tecnologico soveratese non è intenzionato a girarsi dall’altra parte, consapevole dell’importanza di veicolare le giuste informazioni tra i suoi studenti. E i risultati non sono mancati. In una popolazione scolastica di 600 alunni le risultanze dei controlli hanno testimoniato un ambiente sano in cui l’incursione dei carabinieri è diventata ulteriore momento di confronto all’interno di un progetto che la scuola ha attivato su diversi fronti. Non solo quello dell’informazione, ma anche quello dell’assistenza specialistica con partnership portate avanti con professionisti del settore.

«Sulla tematica legata all’uso di droghe tra i più giovani – spiega Servello – è un dovere non far finta che il problema non ci sia. Io da sempre sono attento all’argomento e mi sono sempre posto in maniera collaborativa con le forze dell’ordine. Non solo nell’ultima circostanza, ma anche nei controlli che si sono realizzati negli anni precedenti”.

Sabrina Amoroso – Gazzetta del Sud 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.