Girifalco – Via libera del Consiglio comunale al bilancio annuale di previsione

consiglio comunale girifalcoVia libera del Consiglio comunale di Girifalco allo schema del bilancio annuale di previsione per l’esercizio 2015 e relativi allegati. L’assise, riunitasi stasera, ha approvato in tutto sei punti: l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti; la verifica della quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza e alle attività produttive e terziarie anno 2015; l’approvazione del piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari 2015/2017; l’approvazione del programma triennale e dell’elenco annuale dei lavori pubblici con riferimento al triennio 2015/2017; l’approvazione dello schema di bilancio annuale di previsione per l’esercizio 2015 e relativi allegati. Inoltre il sindaco ha dato comunicazione dell’informativa trasmessa dalla Corte dei Conti con cui si chiedono chiarimenti in merito al rendiconto di gestione 2012 e 2013.
La discussione ha avuto inizio con il voto dei verbali delle sedute precedenti. Si è, dunque, passati alla discussione del secondo punto all’ordine del giorno: la verifica della quantità e qualità di aree fabbricati da destinarsi alla residenza e alle attività produttive e terziarie. Dopo aver ascoltato la relazione del consigliere Filippo de Stefani, si è passati al voto: nove a favore, tre contrari. Terzo punto all’ordine del giorno: approvazione piano alienazione e valorizzazione immobiliari 2015/201. Maggioranza favorevole, minoranza contraria. Quarto punto all’ordine del giorno: programma triennale e elenco annuale lavori pubblici. Ha relazionato il consigliere Filippo de Stefani. “Quest’amministrazione sul piano dei lavori pubblici – ha detto – sta lavorando alacremente”. Il consigliere ha, quindi, elencato una serie di interventi su strade, edificio scolastico in via De Amicis, impianto fotovoltaico su scuola media, miglioramento sismico sede Com, rifacimento rete idrica Carruse-Nucarella-Fraino con il potenziamento del progetto grazie all’assegnazione delle somme in economia, risanamento conservativo sede municipale (100mila euro), finanziamento 147mila euro per ristrutturazione primo piano Casa comunale con abbattimento barriere architettoniche. Chiesto finanziamento con preliminare per Casa delle Culture; chiesto finanziamento con presentazione progetto preliminare per piazza Umberto; chiesto finanziamento per messa in sicurezza costoni; altri interventi riguardano depuratore e centro storico. Questo per quanto riguarda i lavori di importo superiore a 100mila euro. Per gli altri: 50mila euro sono destinati alla costruzione di loculi; 40 mila euro per ristrutturazione campo sportivo (spogliatoi e smantellamento parte amianto su copertura); 50mila euro per palestre; 60 mila per ex palestra sede comunale; 99mila euro manutenzione strade interne; 120mila euro per bandi Gal a cui il Comune è arrivato primo a due e secondo ad uno.
I lavori sono proseguiti con l’intervento del consigliere Luigi Stranieri. Il capogruppo dei Cittadini liberi e attivi per Girifalco si è detto contrario alla realizzazione della Casa delle Culture in zona via Fratelli Bandiera. Stranieri ha parlato, poi, della messa in sicurezza dei costoni e delle circonvallazioni. Ed ancora: il consigliere ha, quindi, parlato degli interventi alla scuola di via De Amicis. Poi il consigliere ha chiesto all’assessore alla Cultura, Elisa Sestito, di confrontarsi sulla Casa delle Culture.
Ha preso, poi, la parola il consigliere Teresa Signorello: “Ci sono progetti già avviati dalla precedente amministrazione”. Non si è fatta attendere la replica del consigliere di maggioranza Filippo De Stefani: “Non credo ci sia posto migliore per ubicare la Casa delle Culture rispetto a quello individuato dall’amministrazione. I contatti con la proprietà sono già stati avviati. I suggerimenti del consigliere Stranieri saranno, comunque, ben accetti e andranno a migliorare il progetto ad oggi in fase preliminare. Per quel che riguarda le scuole, state tranquilli, noi parteciperemo a tutti i bandi utili al miglioramento delle nostre strutture”. Rispetto ai loculi il sindaco Pietrantonio Cristofaro ha sottolineato: “Si tratta di interventi di somma urgenza”. L’assessore Sestito ha, dunque, risposto al consigliere Stranieri sulla Casa delle culture: “I problemi sociali si sconfiggono con la cultura. La struttura che vogliamo realizzare va in questa direzione”. Ha controreplicato Stranieri. Duro il monito di Elisabetta Ferraina: “Il consigliere Stranieri si è perso la manifestazione “Ri…vedi il centro storico” nell’ambito della quale abbiamo illustrato la manifestazione d’interesse per il recupero dello stesso. Ho proposto io stessa di realizzare la Casa delle culture secondo principi ecosostenibili. Rispetto al fotovoltaico, da una persona attenta e sensibile al tema dell’ambiente come Luigi Stranieri, ci si aspettava un plauso”. E’ intervenuto anche il vicesindaco Maurizio Siniscalco. “Attraverso la Casa delle culture vogliamo riprendere il discorso di ripopolamento del centro storico, senza dubbio parte della storia di Girifalco. Rispetto alle circonvallazioni se ne parla da tantissimi anni. Le tracce, infatti, ci sono, come ci sono le incompiute. Consigliere Stranieri i suoi consigli sono e saranno ben accetti”. Si è quindi passati ai voti: sì della maggioranza, no della minoranza.
Poco dopo le 18 ha avuto inizio il dibattito sullo schema di bilancio di previsione. L’assessore al ramo, Valeria Tolone, ha illustrato prima l’emendamento presentato dalla minoranza su cui è, subito dopo, intervenuto il consigliere Teresa Signorello. Si è discusso su servizi sociali ed indennità. Ha replicato l’assessore Nando Cosco: “Sarebbe bello che le cose che riguardano questa comunità si discutessero in Consiglio comunale ed, invece, così non è”. Poi ha illustrato le procedure avviate per monitorare e verificare lo stato dell’arte in materia d’ambiente. Rispetto all’indennità, l’assessore ha ribadito la volontà di devolvere la propria indennità per le famiglie girifalcesi che ne hanno bisogno e per interventi utili alla comunità come, ad esempio, la ristrutturazione della fontana Cannaletta. Si è tornato a parlare dell’emendamento con l’intervento del consigliere Luigi Stranieri. E non si è fatta attendere la risposta dell’assessore Valeria Tolone: “ci sono fondi previsti mai utilizzati. Nostro obiettivo è recuperare fondi con importi significativi in modo da incidere di più sul settore. Sono in più già previsti 78mila euro per l’assistenza. Si tratta di una somma importante che può essere, ora, utilizzata”. L’assessore Elisa Sestito ha illustrato, poi, la finalità del progetto a cui il Comune ha aderito il 30 giugno in materia di politiche sociali.
L’emendamento è stato messo ai voti registrando tre sì e nove no.
L’assessore Tolone ha illustrato la pratica indicando i costi in più che l’Ente si trova a sostenere pur avendo meno entrate. “Lo Stato dà un unico contributo, quest’anno, pari a 840 mila euro; 120mila in meno rispetto allo scorso anno. Ciò nonostante come amministrazione abbiamo ridotto del 20% il costo per le famiglie rispetto al servizio scuolabus ed abbiamo, inoltre, incrementato le ore di alcuni dipendenti”. Queste solo alcune delle voci di bilancio illustrate dall’assessore. Sul punto è intervenuto il consigliere di minoranza Teresa Signorello che ha ribadito l’operato della precedente amministrazione. L’assessore Cosco, dal canto suo, ha invitato la minoranza a segnalare casi di necessità a cui sopperire attraverso la sua indennità. Il consigliere Luigi Stranieri, nel complimentarsi con l’assessore Tolone chiamata a cimentarsi su una materia così delicata, ha ribadito, nuovamente, l’esigenza di puntare sulle politiche sociali. Il capogruppo di Solo Girifalco, Filippo de Stefani esprimendo plauso per il lavoro portato avanti dall’assessore Tolone, ha altresì sottolineato come “l’amministrazione ha avuto solo un mese e mezzo, per far quadrare i conti. Senza dimenticare le minori entrate. Tuttavia in soli due mesi siamo riusciti a far arrivare al Comune di Girifalco ben 730mila euro di fondi”. Plauso all’operato dell’amministrazione e al lavoro dell’assessore Tolone ha espresso il capogruppo del Pd, Domenico Iapello. Per il consigliere Rocco Stranieri il quadro è, ovviamente, diverso.
Prima della chiusura sono intervenuti il vicesindaco Maurizio Siniscalco che ha parlato del personale e delle necessità dell’Ente e il sindaco Pietrantonio Cristofaro, il quale ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione per intercettare fondi. Si è, dunque, passati ai voti: 9 voti favorevoli e 3 contrari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.