Matozzo e la Volley

matozzoTotò Matozzo è entrato a gonfie vele nel Consiglio di amministrazione della Lega Pallavolo serie A. Un riconoscimento, per lui, di tantissimi anni di lavoro e intelligente impegno al servizio dello sport, e, come si vede, anche molto lontano da Soverato; ma non è un titolo onorifico, perciò è un peso in più sulle sue forti spalle; e un’affermazione del valore della Volley Soverato in ambito nazionale.
In questo momento, lo sport Calabrese è rappresentato da Callipo maschile, Volley Soverato femminile; e Viola Reggio pallacanestro. Sulle condizioni del calcio stendiamo un velo nerissimo. Ci sono molte alte piccole realtà, ma bisogna pur tener conto delle proporzioni.
La Calabria dovrebbe sentire l’orgoglio di questi successi; e anche ragionare sull’utilità d’immagine che si riverbera su tutta la nostra terra. La Volley porta il nome di Soverato e della Calabria in tutta Italia; e da tutta Italia vengono, fuori stagione e “debalnearizzando”, a vedere le nostre bellezze.
È dunque del tutto lecito che la Regione faccia il suo dovere con interventi a favore delle società che più danno alla Calabria e più affrontano sacrifici e spese; e con diretti contributi, e con altre modalità di aiuto quali sovvenzionare viaggi e ospitalità. Sarebbe una coraggiosa scelta politica, di là da ogni scartoffia burocratica.
E anche i privati, che abbiano il fegato di investire sul nome di Calabria e sulle sue eccellenze: le aziende non sono solo conti e bilanci, ma realtà sociali e umane. E devono sentire il dovere e la gioia di rapportarsi proficuamente con il territorio.

Ulderico Nisticò

ARTICOLO CORRELATO
Volley Soverato – Il presidente Matozzo eletto nel Cda di Lega

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.