‘Ndrangheta – Catturati a Madrid due latitanti calabresi

Due latitanti di ‘ndrangheta sono stati arrestati a Madrid dalla polizia spagnola a conclusione di indagini condotte dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria.

Rosario Grasso, di 37 anni, e Giuseppe Di Marte, 31, sono ritenuti elementi di spicco della cosca Cacciola-Grasso di Rosarno. Erano ricercati dal luglio 2018 quando erano sfuggiti alla cattura nell’operazione Ares.

Grasso e Di Marte, destinatari di mandato di arresto europeo, sono stati individuati in un appartamento nel quartiere madrileno di Pozuelo de Alarcon. Erano in possesso di documenti contraffatti e non erano armati.

Grasso avrebbe avuto un ruolo di vertice della cosca, oltre ad essere particolarmente attivo nell’importazione di droga in Europa, grazie ai contatti diretti con i narcos colombiani e venezuelani. Proprio per il suo ruolo, Grasso era stato inserito nell’elenco dei “Latitanti pericolosi” del Ministero dell’Interno. “Ennesimo successo dei nostri investigatori” ha commentato il ministro Matteo Salvini.