Nel Soveratese il Movimento 5 Stelle perde pezzi e la Lega ne approfitta

Carelli abbandona i grillini e sceglie Salvini ma anche il Pd si rianima 

Il Movimento 5 Stelle perde pezzi nel Soveratese. Ne approfitta la Lega che, al contrario, si radica in tutti i centri del comprensorio. E’ di queste ore il passaggio a sopresa di Nicola Carelli, noto attivista grillino della prima ora, originario di Torre di Ruggiero, nelle schiere del partito di Salvini. Una new entry ufficializzata pubblicamente dal coordinatore provinciale leghista, Antonio Chiefalo, nel corso di una tribuna televisiva a Chiaravalle Centrale.

Un campanello d’allarme per i 5 Stelle che evidenzia i “mal di pancia” della base degli ultimi tempi. Non a caso tutti i sondaggi più recenti (confermati dai fuori onda tra Conte e la Merkel) indicano un crollo verticale di consensi per Di Maio & Co. Carelli renderà a mezzo stampa le sue ragioni, nei prossimi giorni.

Ma tra le righe già trapela la sua “delusione” per come i portavoce eletti hanno gestito “i rapporti con il territorio” nei mesi successivi al riscontro con le urne del marzo scorso. “Distanti, lontani, assenti”: deputati e senatori del Movimento hanno segnato un solco con gli attivisti che, a prescindere dai “click” sulla piattaforma Rousseau, avrebbero voluto un contatto più diretto e, soprattutto, “concreto e costruttivo” con i parlamentari a 5 Stelle. Invece, di fatti “se ne sono visti davvero pochi”. Soprattutto nel Soveratese.

Ne sta approfittando la Lega, sempre più presente anche nei consigli comunali: tre ingressi a Cardinale, uno a Soverato, uno a Chiaravalle Centrale. Nicola Carelli è il “caso” che, forse, spiega più e meglio di tutti quello che sta accadendo e che si materializzerà nei numeri, già a partire dalle prossime Europee di fine maggio. Grillini avvisati. Si rianima, intanto, il Pd che prova a recuperare il terreno perduto. A farsene interprete è il sindaco di Soverato, Ernesto Alecci, che afferma: “Ripartiamo dal 20 per cento e dal nostro ruolo di terza forza politica del Paese”. Insomma, il quadro è in costante mutamento.

 

5 thoughts on “Nel Soveratese il Movimento 5 Stelle perde pezzi e la Lega ne approfitta

  1. Attilio
    25/01/2019 at 20:21

    Ma chi lo ha mai visto a sto Carelli? Sono nel Movimento dal 2009 e non l’ho mai incontrato in nessun meet up né evento nazionale. Ma siete sicuri di quello che scrivete???

     
  2. Salvatore
    25/01/2019 at 20:36

    Questo sig. Carelli, sedicente “grillino” del soveratese, dovrebbe cercarsi un altro mezzo per farsi pubblicità, visto che in ambito meetup locali non lo conosce nessuno. In poche parole, questo “pezzo” sarà avanzato da chissà dove…
    Invito SOVERATOWEB.com ad aprire gli occhi nei confronti di chi, millantando appartenenze politiche più o meno vere, cerca notorietà a basso prezzo.

     
  3. michele
    27/01/2019 at 17:02

    millentatore è vergognoso,solo a soverato possono succedere certe cose.

     
  4. Ing. Nicola Carelli
    27/01/2019 at 17:06

    Giusto per chiarezza: essere conosciuti, attivisti, stimati ecc… non vuol dire stare dalla mattina alla sera nel meetup della casalegio associati.
    Tanti, o meglio migliaia di elettori e sicuramente anche parlamentari, non sono mai andati nella piazza virtuale cosiddetta meetup,
    Chi scrive, volutamente non ha ritenuto necessario parteciparvi in quanto è ben conosciuto e stimato più di quanto si vuole fare intendere, portando nel M5S, consensi, gente, popolo in carne e ossa e non con il clik ma voti veri!
    Ultima cosa: essendo anche un valido professionista nonché stimata e specchiata persona, non ha bisogno di farsi pubblicità tramite un movimento o un partito.
    Pertanto, la scelta della adesione alla Lega di Salvini è abbondantemente valutata e sottoposta a giudizio del coordinatore provinciale Dott. Avv. Antonio Chiefalo al quale vanno i miei sinceri auguri di un proficuo lavoro di crescita insieme , cosi come sta gia’ avvenendo giorno per giorno su tutto il territorio, locale, regionale e nazionale.

     
  5. Luigi Mancuso
    28/01/2019 at 7:56

    Puo’ dimostrare di essere stato un grillino famoso e stimato della prima ora? Siccome uscire dal movimento in questo periodo fa notizia, Lei si è inventata questa cosa per far parlare di sè. E’ sempre apprezzabile un lavoro di proselitismo fatto in silenzio e senza apparire, ma non è il suo caso, altrimenti avrebbe fatto la stessa cosa passando alla lega. Nessuno lo conosceva come attivista del movimento, nessuno lo avrebbe conosciuto come leghista.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.