Paziente muore al “Pugliese” di Catanzaro, inviata equipe ispettiva

Un caso sospetto di malasanità ha investito il capoluogo di regione. Il decesso di un paziente di 60 anni, tecnico di radiologia all’Ospedale “Pugliese”, che era stato ricoverato ed operato all’anca presso una struttura privata di Catanzaro, si è verificato il 3 febbraio scorso nel reparto di rianimazione del nosocomio del Capoluogo dove l’uomo era stato ricoverato a seguito delle complicazioni insorte: un shock settico.

Il Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria ha voluto vederci chiaro e domani effettuerà una visita ispettiva al fine di procedere all’acquisizione di tutti gli elementi su quanto è accaduto nella notte tra il 2 e il 3 febbraio scorso.

Un calvario, quello vissuto da M.L., iniziato lo scorso giovedì 24 dicembre a seguito dell’intervento di protesi all’anca (intervento programmato) quando sono iniziate le complicazioni, culminate poi il 28 gennaio con il trasferimento d’urgenza all’ospedale Pugliese.

Pochi giorni dopo, il decesso. Ora spetterà all’equipe regionale del Dipartimento Tutela della Salute raccogliere tutti gli elementi utili a fare luce sull’accaduto.