Preso in Calabria il latitante che clonava carte di credito in Europa

bancomat-1Un uomo, di origine romena, ricercato da due anni su tutto il territorio dell’Unione europea perché affiliato a un’organizzazione che clonava carte di credito in vari Paesi è stato arrestato a Cosenza dalla Guardia di finanza. L’uomo, 36 anni, era colpito da un mandato di arresto europeo ed era latitante dal 2013, quando si era reso irreperibile dopo essere stato scarcerato a Lubiana, in Slovenia. Vittime delle truffe, infatti, sono inglesi, olandesi, spagnoli, cechi, austriaci, romeni ed italiani. A Cosenza è stato fermato su un’auto con targa spagnola, e da un controllo nella banca dati del “Sistema di informazione Schengen” è risultato che era ricercato. La Corte d’appello di Catanzaro dovrà ora decidere sulla sua estradizione in Romania, dove deve scontare sei anni di reclusione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.