Progetto Sibater: Squillace tra i comuni eccellenti

L’assessore Franco Caccia tra i relatori della conferenza regionale tenuta il presso la Cittadella.

Promuovere sviluppo e nuova occupazione, soprattutto in Calabria, è il principale impegno di quanti, con ruoli diversi, ricoprono cariche di responsabilità, istituzionali ed imprenditoriali. Dopo decenni sprecati a sperimentare forme di rilancio dell’economia delle regioni del Mezzogiorno basate su interventi calati dall’alto e spesso distanti dalle reali vocazioni dei nostri territori, sembra essere giunto il momento di cambiare direzione e puntare sulla valorizzazione delle tante risorse endogene di cui la Calabria può disporre.

Parte proprio da questa priorità di sviluppo la strategia messa in atto, negli ultimi anni, dal comune di Squillace per elaborare iniziative e progetti coerenti con una Visione in cui la crescita socio-economica del territorio viene declinata attraverso scelte orientate verso le seguenti dimensioni: eco-sostenibilità; valorizzazione delle risorse agricole ed artigianali locali; promozione e sostegno all’economia green; valorizzazione del capitale umano e del turismo. Il progetto Si.Ba.Ter (supporto istituzionale alla Banca delle Terre), precisa l’assessore alla programmazione e turismo, il sociologo Franco Caccia, per le sue finalità e per la metodologia adottata, è risultato uno strumento in piena sintonia con il nostro modo di costruire la crescita e favorire l’occupazione.

Nel corso della conferenza regionale, tenuta presso la Cittadella nei giorni scorsi, su iniziativa della cabina di regia nazionale e regionale di Sibater, l’assessore Franco Caccia ha infatti riportato i risultati finora ottenuti nel settore della ricognizione dei terreni e strutture comunali abbandonate da destinare a giovani per nuove attività imorenditoriali ma, soprattutto, ha sottolineato il lavoro di co-progettazione svolto insieme alla referente regionale di Sibater, d.ssa Rosetta Alberto, che ha portato all’elaborazione del progetto denominato First , presentato nell’ambito dei Cis (contratti investimenti e sviluppo) che utilizzerà una struttura di circa 5mila mq rimasta abbandonata da oltre trentanni e diventerà sede di servizi avanzati per l’artigianato e l’imprenditoria artistica, nonchè sede in cui verranno erogati di servizi sociosanitari innovativi.

Altro importante risultato conseguito nell’ambito del progetto Sibater, aggiunge Franco Caccia, consiste nella recente adozione di uno specifico regolamento comunale per l’acquisizione al patrimonio comunale di beni silenti che spesso costituiscono un pericolo per la sicurezza dei cittadini ed un danno all’immagine turistica della nostra città.

Nel corso del suo intervento l’assessore Franco Caccia ha ribadito che il progetto Sibater ha consentito di rafforzare l’azione di programmazione territoriale comunale e, soprattutto, si è costruita una preziosa intesa che porta a condividere idee e nuove progettualità per rivitalizzare le prospettive del territorio e creare nuove e concrete opportunità di lavoro per le comunità di Squillace dei paesi limitrofi.