Reddito di cittadinanza, prevista l’assunzione di 10.000 “navigator”. Ma è caos

A breve in base alle indicazioni date dal Governo sul sito dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro sarà pubblicato un avviso per reclutare le nuove figure volute dal ministero del Lavoro. È richiesta una laurea magistrale in economia, giurisprudenza, sociologia, scienze politiche, psicologia o scienze della formazione. Previste almeno 50mila domande di candidati per reclutare i 10mila navigator, figure di supporto per la distribuzione del reddito di cittadinanza. Diverse le richieste di chiarimenti in questi giorni in Calabria nei centri per l’impiego.

“L’annuncio di 6mila assunzioni in Anpal e 4mila nei centri per l’impiego tramite le Regioni ha già scatenato il caos”, spiegano fonti dell’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro. Una notizia confermata anche da chi, quotidianamente, lavora nei centri per l’impiego.

“La situazione è di vero e proprio panico” spiegano i dipendenti dei centri per l’impiego. “E ancora è niente”. Voci, raccolte nelle scorse ore, che hanno trovato improvvisa conferma ufficiale tramite un comunicato diramato direttamente da Anpal sul proprio sito web che riportiamo integralmente:

Non sono ancora partite le selezioni per i navigator

Riguardo a questa figura – fondamentale per l’attuazione del Reddito di cittadinanza – al momento Anpal e Anpal Servizi non sono in grado di fornire maggiori informazioni rispetto a quanto previsto dal decreto legge recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri.

Il decreto stabilisce che – per avviare la misura – Anpal Servizi è autorizzata a contrattualizzare, per gli anni 2019 e 2020, professionalità in grado di seguire personalmente il beneficiario del reddito di cittadinanza nella ricerca di lavoro, nella formazione e nel reinserimento professionale.

Solo dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della norma, Anpal Servizi potrà avviarne l’attuazione e quindi pubblicare l’avviso per la selezione dei navigator, fornendo la massima informazione rispetto a tale procedura.

ARTICOLO CORRELATO
Centri per l’impiego in Calabria, previste 200 nuove assunzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.