Riunione della segreteria provinciale del Pd di Catanzaro

DSCN3305L’analisi della situazione politica regionale all’ordine del giorno della riunione della segreteria provinciale del Partito democratico di Catanzaro, riunita questa mattina. La riflessione dei componenti dell’organismo direttivo democrat, alla presenza de segretario provinciale Enzo Bruno, si è soffermata sul percorso che ha portato alla nomina della nuova squadra di Governo calabrese, dopo la questione giudiziaria aperta dall’inchiesta sulle spese dei gruppi regionali, nel rispetto dei criteri rigorosi annunciati dal presidente della Giunta, Mario Oliverio. L’esecutivo rinnovato, che potrà contare sul contributo delle esperienze maturate nelle professioni e nella vita pubblica, si troverà di fronte il gravoso compito di affrontare con il massimo della responsabilità e dell’efficienza le principali emergenze calabresi che sono rappresentate da lavoro, sanità, rischio idrogeologico, ambiente e legalità.

La nuova Giunta regionale voluta da Oliverio avrà il sostegno del Partito democratico catanzarese, nella consapevolezza che il “governo dei tecnici” dovrà interloquire con la politica per la risoluzione delle tante problematiche che interessano i calabresi, fino a restituire ad essa lo spazio ai cui è democraticamente deputata.

La Federazione provinciale di Catanzaro – è emerso nel corso del confronto a cui sono intervenuti tutti i componenti della segreteria provinciale presenti – è a disposizione del progetto politico del presidente Oliverio e farà quanto nelle proprie possibilità per affiancare l’ambizioso progetto di rilancio della Calabria che la nuova fase inaugurata con il rinnovo dell’Esecutivo aspira a realizzare. Così come la classe dirigente della Partito provinciale catanzarese, nel corso dell’assemblea regionale del prossimo 31 luglio, sosterrà l’azione politica del segretario regionale Ernesto Magorno che, di pari passo alla nuova fase amministrativa inaugurata con la Giunta Oliverio, intraprenderà un nuovo corso della storia politica del Pd in Calabria. Il rilancio della Calabria passa da questa grande sinergia tra l’amministrazione Oliverio e il Partito democratico regionale, e dalla costante interlocuzione con il Governo nazionale. Mario Oliverio ed Ernesto Magorno devono marciare in congiunta per dare soluzione degli atavici e drammatici problemi ereditati dalla Calabria in anni di malgoverno.

La segreteria provinciale di Catanzaro, al termine della riunione, nell’allargare la disamina della situazione alle recenti vicende nazionali, ha voluto esprimere compiacimento per la sentenza dei giudici della Corte di assise di appello di Milano che hanno condannato all’ergastolo Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte per la strage di piazza della Loggia a Brescia. Dopo 41 anni di indagini e processi c’è un punto fermo: quella strage fu di matrice ordinovista e fu ispirata da Maggi, medico veneziano, allora ispettore di Ordine Nuovo per il Trivenento condannato insieme a Tramonte, ex Fonte Tritone dei servizi segreti. Una verità storica da riconoscere e diffondere che per il Partito democratico, ad ogni livello, non può passare inosservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.