Solidarietà del PD di Soverato al segretario Francesco Severino

partito_democratico1Partito Democratico di Soverato, esprime solidarietà nei confronti del suo segretario Francesco Severino, a cui non è stato consentito durante l’ultima sessione del consiglio comunale di potere esercitare il ruolo di consigliere di minoranza assegnatogli da centinaia di cittadini alle ultime elezioni, attraverso un inaccettabile comportamento messo in atto dal pubblico che continuamente ha interrotto gli interventi di quest’ultimo senza che nè il primo cittadino Ernesto Alecci, nè il Presidente del Consiglio Comunale Matozzo, richiamassero all’ordine l’aula e ancora più aggiungendosi essi stessi al coro dei disturbatori. Evidentemente i protagonisti hanno confuso la seduta in questione con un incontro di calcio, tant’è che il suono proveniente dalla platea si sarebbe potuto benissimo paragonare a quello degli “ultras”. Il Partito Democratico, inoltre, stigmatizza l’iniziativa assunta dall’assessore Fazzari che in avvio della seduta ha inteso spettacolarmente (per restare in tema calcistico) portare in discussione un fatto oggetto di dibattito politico (progetto Waterfront) dei giorni scorsi circoscrivendolo ad una questione personale, dimostrando completa inadeguatezza al ruolo istituzionale ricoperto. Non solo ma l’iniziativa potrebbe essere letta come una provocazione nei confronti di chi esercita il ruolo di minoranza controllando gli atti di governo degli amministratori di cui l’assessore Fazzari fa parte. Non può non trascurarsi infatti che la decisione dell’ Architetto Pagnotta, nominato figura di supporto al RUP, di dimettersi dall’incarico affidato rappresenta la prova evidente delle ragioni di chi ha contestato l’opportunità di tale affidamento. Dimissioni a cui dovrebbero fare seguito, anche quelle, dell’assessore Daniele Vacca, deciso sostenitore della bontà in tutti i suoi aspetti del progetto Waterfront su cui molte perplessità la minoranza ha sollevato e continuerà nell’interesse della collettività a sollevare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.