Successo per la FaiMarathon a Curinga

TERME ROMANE DI ACCONIA

Terme Romane di Acconia

E’ stata una grande festa l’edizione della FAIMARATHON organizzata lo scorso weekend dalla Delegazione FAI di Catanzaro nel suggestivo comune di Curinga,

Un sabato speciale in compagnia dei giovani Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Comprensivo di Curinga e del Liceo Classico “Fiorentino” di Lamezia Terme che hanno fornito tutti i dettagli storici e le curiosità durante le visite alle imponenti Terme Romane di Acconia; al Monastero di Sant’Elia Vecchio; al Platano di Vrisi, pianta plurisecolare di provenienza orientale probabilmente piantata dai monaci bizantini; alla Chiesa dell’Immacolata; al Convento di Sant’Elia; alla Chiesa Matrice; al Santuario di Maria SS. del Carmelo che presenta un cimitero sotterraneo con vani in cui i monaci venivano mummificati.

Tanti i partecipanti, fra i quali gli allievi del Liceo Scientifico “Siciliani” di Catanzaro e del Liceo Scientifico “Fermi” di Catanzaro

La giornata è stata allietata anche dalla presenza del cantastorie Nando Brusco che ha fatto rivivere la storia della Calabria e dai festeggiamenti per la tradizione Festa delle Bettole di Curinga.

Un grande successo frutto della collaborazione con il sindaco e il vice-sindaco di Curinga, Domenico Pallaria e Patrizia Maiello, e con tutta l’amministrazione comunale; con le associazioni e le realtà del territorio ( Pro Loco Curinga-Acconia, Costa Nostra, Arci, Croce Rossa, La Duna d’Aquania, Confraternita Maria SS Immacolata, Confraternita del Carmelo, Parrocchia Sant’Andrea Apostolo, Associazione Carabinieri, Avventure tra i Due Mari).

Si ringrazia per il prezioso e fondamentale contributo: l’architetto Maria Concetta Sgromo; il prof. Giuseppe De Filippo e il dirigente scolastico, Natalia Maiello, dell’Istituto Comprensivo di Curinga; la prof.ssa Giuliana De Fazio del Liceo Classico “Fiorentino” di Lamezia Terme; i genitori dei ragazzi.

Un grazie speciale ai giovani Apprendisti Ciceroni per l’entusiasmo dimostrato e per aver trasmesso il messaggio della FAIMARATHON: l’importanza di riappropriarsi del patrimonio artistico e culturale del nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.