Torre di Ruggiero – Lunedì 31 agosto il “Pericles International Prize”

torre_di_ruggero1Il Pericles International Prize, nato come sezione dell’AlKameon Iintenational Accademy per volontà del sindaco di Torre di Ruggiero, avv. Giuseppe Pitaro e del prof. Giuseppe Nisticò, ordinario di Farmacologia all’università la Sapienza di Roma, giunto alla settima edizione, si conferma come il più prestigioso evento scientifico culturale dell’estate calabrese. La cerimonia di consegna dei premi, che sarà presieduta dall’ ex. Ministro Carmela Lanzetta ed alla quale parteciperanno l’europarlamentare Elisabetta Gardini, i sindaci del versante jonico e delle preserre, nonché personalità del mondo scientifico, culturale e politico, è fissata per il giorno 31 agosto, nella suggestiva cornice dell’agriturismo “Torello” di Torre di Ruggiero, tra il verde dei castagni e degli abeti.
Quest’anno il prestigioso riconoscimento sarà conferito al prof. Aihua Pan dell’università di Pechino, presidente del famoso complesso industriale Sino Bio Way, della repubblica cinese; al prof. Alberto Chiesi, presidente della Chiesi Farmaceutica e al prof. Luigi Frati, già rettore dell’università, la Sapienza di Roma. Nel campo finanziario ed economico è stato scelto il dr. Alfonso Iozzo, ex presidente della Fondazione S. Paolo di Torino, nativo di Torre i Ruggiero
Nel corso degli anni il livello scientifico del Pericles International Prize ha raggiunto mete sempre più alte, se si considera che è stato conferito ad una serie di scienziati di fama mondiali, quali i Nobel: Renato Dulbecco, Rita Levi Montalcini, John Eccles, John Vane Salvador Moncada e Napoleone Ferrara. Nel 2013 è stato conferito al prof. Francesco Profumo, ministro dell’università e della ricerca scientifica, e al presidente emerito della Corte Costituzionale prof. Annibale Marini, mentre lo scorso anno è stato assegnato al prof. Aaron Ciechanover, premio Nobel per la chimica, al biochimico prof. Franco Salvatore, presidente del Ceinge di Napoli ed al primario urologo Michele Gallucci del Regina Elena di Roma.
“Il Pericles International Prize, -ha dichiarato il prof. Giuseppe Nisticò,- affonda le radici nella medicina sperimentale e delle neuroscienze, allorquando, cinque o sei secoli prima di Cristo, nel periodo della Magna Graecia, vivevano in Crotone, due grandi geni come Pitagora ed Alkameon che, insieme ai loro allievi, avevano dimostrato l’importanza di un approccio interdisciplinare , che va dall’ambiente all’alimentazione, agli stimoli intellettivi della matematica, all’ astronomia ed anche dello sport. Un’impostazione che si è rivelata estremamente moderna, in quanto oggi si è capito quanto tutto ciò sia importante, per prevenire le malattie neurovegetative, l’invecchiamento cerebrale e il prolungamento della vita. Attualmente, con il progetto Obama negli Usa , il progetto della Commissione Europea (Uman Brain) ed un costante approccio interdisciplinare, si sta procedendo alla decodificazione dei circuiti neuronali, alla base dell’attività psichica dell’uomo.
Poiché, i premi rientrano nel progetto di rilancio e rivalutazione degli itinerari religiosi, normanni e bizantini dell’area delle Preserre, un tributo particolare del sindaco Pitaro è stato dedicato al prof. Aihua Pan, presidente della prestigiosa Sino Biovajr, la prima a mettere in commercio nel mondo l’ NGF., fattore di crescita nervoso, scoperto da Rita Levi Montalcini, per il quale le è stato conferito il Nobel. Allo stato attuale, la Sino Biovajr di Xiamen, sta procedendo alla sperimentazione chimica dell’NGF nella malattia di Alzaimer”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.