Uccise la madre per la sua relazione con il boss, condannato all’ergastolo

E’ stata confermata in appello la condanna all’ergastolo per Francesco Barone, 33 anni, accusato dell’omicidio della madre Francesca Bellocco, rea di avere una relazione con il presunto boss Domenico Cacciola, vittima invece, secondo gli investigatori di lupara bianca.

La sentenza è stata emessa dalla Corte d’assise d’appello di Reggio Calabria che ha accolto la richiesta di conferma della condanna al carcere a vita, inflitta in primo grado.

Barone avrebbe ucciso sua madre dopo aver scoperto la relazione extraconiugale della donna con il presunto boss Domenico Cacciola, tra l’altro scomparso la sera dell’omicidio della Bellocco. Una storia tormentata perchè la donna e Cacciola, nonostante fossero stati scoperti, avrebbero continuato a vedersi e in qualche modo andarono incontro alla condanna a morte in quanto tra le due famiglie di ‘ndrangheta, quelle dei Cacciola e dei Bellocco era in corso una faida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.