Chiaravalle Centrale, applausi e successo per il coro degli Alpini

Chiesa gremita per il gemellaggio culturale tricolore con la Val di Scalve. 

A Chiaravalle Centrale, straordinaria esibizione del coro degli Alpini “Ana Valle di Scalve”. Chiesa Matrice gremita per accogliere i quaranta elementi diretti dal maestro Marco Magri, in arrivo dalle alte vette bergamasche: Azzone, Schilpario, Colere e Vilminore. “Un gemellaggio culturale tricolore” lo ha definito il sindaco di Chiaravalle, Mimmo Donato. Applausi e scambio reciproco di doni e gagliardetti tra l’amministrazione comunale e gli Alpini, prima del bellissimo spettacolo musicale durato oltre un’ora e molto apprezzato dal numeroso pubblico presente. Non solo chiaravallesi. In tantissimi sono arrivati anche dai centri del comprensorio. E il repertorio non ha tradito le attese, con brani della tradizione popolare della Val di Scalve e tipici motivi classici del Corpo. “La penna degli alpini”, “Signore delle cime”, “La canzone del grappa” alcuni dei titoli che il maestro Magri ha egregiamente diretto, ottimamente assistito dal suo coro. Tra i più entusiasti il parroco don Roberto Celia che ha sottolineato il richiamo religioso delle canzoni, ispirate all’icontro con Dio nell’immersione della natura incontaminata della montagna.

L’assessore comunale al Turismo, Gianfranco Corrado, ha evidenziato l’importanza del momento, che ha contribuito ad ampliare la stagione di eventi dell’estate chiaravallese ben oltre il tradizionale periodo agostano. Uno spettacolo proposto della Consulta comunale della Cultura, presieduta dal giornalista Francesco Pungitore, e organizzato con il coordinamento della consigliera delegata Pina Rizzo.

La stessa rappresentante dell’amministrazione comunale si è detta fortemente colpita dal successo dell’esibizione che non ha mancato di entusiasmare e commuovere. Il coro “Ana Valle di Scalve” ha, a sua volta, ringraziato per la “calorosa accoglienza” ricevuta in Calabria. Montepaone Lido, Squillace, San Vito, Stilo e Tropea tra le mete visitate dalla comitiva durante il soggiorno nella nostra regione.