Girifalco – L’ex sindaco Pietrantonio Cristofaro ringrazia la cittadinanza

Dopo le dimissioni di sette consiglieri, lo scioglimento del Consiglio Comunale e l’insediamento del commissario prefettizio, l’ex sindaco Pietrantonio Cristofaro ha voluto ringraziare la cittadinanza con un videomessaggio il cui testo proponiamo di seguito:

“GRAZIE.
In realtà non dovrei aggiungere altro. Grazie a voi, miei cari cittadini.
Grazie per la fiducia e l’affetto che mi avete dimostrato in queste ultime ore e in questi cinque anni.
Da quando è stata diffusa la notizia dello scioglimento del Consiglio Comunale, sono stato travolto da un’ondata di affetto con telefonate e messaggi. Molti di voi mi hanno detto grazie, ma sono io a dover ringraziare voi”.

“Fare il vostro sindaco per cinque anni è stato un privilegio. Un onore. Ce l’ho messa tutta. Ho cercato di dare il massimo lavorando sodo e sempre mantenendo dritta la barra. Le millanterie che qualcuno sta cercando e cercherà di mettere in giro non mi spaventano. Chi ha sancito la fine anticipata della consiliatura in piena emergenza COVID – 19 non ha bisogno di essere contestato dal sottoscritto.
Lo avete fatto, voi, cari cittadini. Questo basta.
Come ho già detto, in circostanze diverse, appurata la mancanza dei numeri, sarei stato io il primo a dimettermi. Ma, in piena emergenza, sarebbe stato da folli farlo. Nell’ultimo mese ho lavorato senza sosta per cercare di proteggere il nostro territorio dall’attacco feroce del Coronavirus. La Fase 2 che sta per iniziare sarà, altrettanto, dura. Ed in quella fase la comunità avrebbe avuto bisogno, ancor di più, di una guida capace di prendere decisioni importanti, strategiche”.

“E non ordinarie come, invece, sarà chiamato a fare il commissario prefettizio.
Alla dott.ssa Costanza Pino, alla quale ho avuto il piacere di dare il benvenuto già stamane, seppur telefonicamente, vanno gli auguri di buon lavoro.
Un saluto affettuoso lo mando, anche, ai dipendenti comunali, alle autorità civili e militari, alla scuola, alle associazioni, ai parroci e alla Chiesa. Agli ospiti e ai dipendenti dello Sprar e dell’ex ospedale psichiatrico. In questi anni, grazie a tutte queste realtà, non mi sono mai sentito solo. Un saluto va, anche, a tutti i consiglieri comunali. A quelli che sono rimasti al mio fianco fino alla fine, a quelli di minoranza e a quelli che hanno scelto nuove strade. Auguro a loro di trovare il giusto equilibrio politico che con me non hanno, evidentemente, trovato”.

“Un saluto particolare lo mando ai volontari, alle mamme e alle realtà imprenditoriali che, nell’ultimo mese, hanno lavorato per aiutare la comunità in uno dei momenti storici più difficili dell’intera Italia.
Consentitemi di ringraziare Alessia Burdino, unico componente dello staff del sindaco, che in questi anni si è donata totalmente a questa nostra comunità con impegno, capacità, competenza, generosità, sensibilità, garbo, intelligenza e onestà intellettuale, come qualcuno ha già evidenziato sui social, in tutti i settori, sopperendo a volte alle manchevolezze dell’esecutivo e portando Girifalco mediaticamente al centro dell’attenzione Regionale”.

“Avevo espresso già qualche mese fa – e forse questo ha scatenato i malesseri della maggioranza – il desiderio di ripropormi all’elettorato. Rinnovo questo desiderio consapevole che il lavoro portato avanti in questi anni merita la giusta concretizzazione. Sarete voi, cittadini, a stabilire se darmi un’altra chance o scegliere altro. Io continuerò ad essere a servizio della mia comunità sempre e comunque. Con o senza fascia.

Grazie, Girifalco”.