Nota dell’Osservatorio Falcone-Borsellino

carlomelleaIl sottoscritto Carlo Mellea, Presidente dell’Osservatorio Falcone-Borsellino fa presente che per lo sviluppo di una zona bisogna prima di tutto affermare i cardini della legge e far rispettare ad ogni costo la legalità, costi quel che costi; noi dal 1992 dopo l’uccisione di due grandi giudici e uomini Falcone e Borsellino, abbiamo girato con nostre proposte e nostri mezzi tutte le scuole della Calabria e anche fuori Lombardia e Lazio, per affermare questo diritto dei cittadini, il rispetto della legalità, organizzando forum con gli studenti e le famiglie che per lo sviluppo è necessario affermare con forza la legalità e il rispetto delle regole.
Si fa presente che nel consiglio comunale del 30 settembre è stato impedito ad un consigliere comunale di svolgere il suo ruolo, il ruolo del consigliere comunale sta nel parlare nell’interesse della città, si è verificato invece che non ha potuto svolgere questo ruolo di controllo sugli atti perchè impedito dai cittadini che stavano in consiglio comunale, si fa presente inoltre che i cittadini presenti in Consiglio non possono prendere la parola, questo lo afferma la legge e i regolamenti e il presidente del consiglio comunale ha ritenuto di non intervenire per far rispettare la legge.
Si chiede al signor Prefetto che è molto sensibile ai temi della legalità nel rispetto dei regolamenti e delle leggi un suo energico intervento per far rispettare la legge e consentire ai consiglieri comunali di svolgere il proprio ruolo di controllo.

Il Presidente
Carlo Mellea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.