Scomparso dal 13 agosto da Catanzaro, telefonata a “Chi l’ha visto?” apre alla speranza

Dallo scorso 13 agosto si sono perse le tracce di Massimo Torregrossa di 51 anni, originario di Aversa ma che vive con la moglie a Catanzaro. Qualche spiraglio potrebbe aprirsi, però, dopo che a “Chi l’ha visto?”, la nota trasmissione di Rai3, nelle scorse ore è giunta una telefonata di un telespettatore che segnalava Massimo a Tropea.

Nello specifico si raccontava di averlo visto nella stazione di Tropea. In quella occasione indossava un pantaloncino nero e una maglietta bianca. Aveva una ferita sul braccio.

Il giorno della scomparsa Massimo è uscito con le chiavi di casa, il cellulare, il caricabatterie e i documenti. Si è allontanato con la sua auto che è poi stata ritrovata non lontano dalla sua abitazione il 21 agosto, dopo la denuncia della sua scomparsa.

Prima di sposarsi Massimo Torregrossa era un sacerdote, ma l’incontro con la donna che poi sarebbe diventata sua sposa lo ha indotto a svestire i panni di prete per condurre una vita normale.

Sono passati dieci anni dal momento in cui Massimo ha preso quella decisione così importante e ora lavora presso la Fondazione Betania in qualità di funzionario. Inoltre ha la passione della musica e del canto, e fa parte di un coro.