“Universo Minori” e l’Istituto Comprensivo “Catanzaro Est” hanno concluso l’anno scolastico

L’Associazione “Universo Minori” e l’Istituto Comprensivo “Catanzaro Est” hanno concluso l’anno scolastico con un convegno dal titolo “Per crescere in sicurezza, armonia, legalità” incastonato nel ciclo “Percorsi di Legalità” portato avanti dal sodalizio presieduto dalla dottoressa Tulelli, l’evento ha avuto luogo venerdì 25 maggio alle presso la Sala Consiliare della Provincia di Catanzaro. Erano presenti al convegno in qualità di relatori la dirigente scolastica Flora Alba Mottola, il presidente dell’associazione “Universo Minori” dottoressa Rita Tulelli, il procuratore aggiunto presso il Tribunale di Cosenza dottoressa Marisa Manzini, il presidente dell’associazione “Risveglio Ideale” onorevole Angela Napoli, la dottoressa Veruska Pingitore della Questura di Catanzaro, l’avvocatessa del foro di Catanzaro Maria Claudia Conidi e la presidente dell’“Unione Ciechi” di Catanzaro Luciana Loprete.

Durante il convegno è stato approfondito il tema della legalità che non è solo un valore in quanto tale, ma è l’anello che salda la responsabilità individuale alla giustizia sociale, l’io ed il noi. Per questo non bastano le regole, queste funzionano se incontrano coscienze critiche, responsabili, capaci di distinguere, di scegliere, di essere coerenti.

I relatori, davanti ad un cospicuo pubblico di genitori ed insegnanti, con i loro interventi hanno sottolineato quanto sia importante affrontare il tema della legalità con i ragazzi, facendo loro capire che l’illegalità e qualsiasi altra forma di ingiustizia e prevaricazione nascono da vuoti che tutti noi possiamo riempire in maniera positiva, non solo a parole, ma accompagnando i giovani nell’apprendimento dell’alfabeto delle emozioni, dei sentimenti e delle relazioni, che sono alla base per esprimersi costruendo un’identità sia personale che sociale.

Nello specifico la dottoressa Manzini ha approfondito la figura di Giovanni Falcone che sacrificò la sua vita per proteggere lo Stato, l’avvocatessa Conidi invece ha sottolineato il fatto che la legalità è il confine tra le libertà personali di ognuno di noi, mentre la dottoressa Pingitore, con l’ausilio di contenuti audiovisivi, ha lanciato un messaggio sulla legalità e sul rispetto delle regole. Commovente il saluto degli insegnati che hanno proiettato un video ricordando le vittime di tutte le mafie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.