Catanzaro – Detenuto 20enne tenta il suicidio, salvato

carcere 2Un detenuto di 20 anni ha tentato per due volte di togliersi la vita nel carcere minorile di Catanzaro. E’ quanto rende noto il sindacato Sappe. Il fatto risale a sabato scorso. “Il giovane – riporta una nota del sindacato – ha usato un lenzuolo per impiccarsi ed è stato salvato dagli agenti della polizia penitenziaria”. Ieri, nella stessa struttura, un altro giovane ha incendiato i materassi provocando una coltre di fumo che ha rischiato di intossicare detenuti e agenti.

“Ci riferiscono i colleghi in servizio nel carcere minorile di Catanzaro – affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Damiano Bellucci – che l’invio di altri detenuti provenienti da strutture diverse ha provocato l’aumento degli eventi critici. Sicuramente la scelta di aumentare fino a 25 anni l’età per rimanere nelle strutture per minori è stata un’iniziativa improvvida, sia dal punto di vista della gestione dei detenuti, sia per quanto riguarda il percorso rieducativo. Non è assolutamente possibile far coesistere in una struttura penitenziaria ragazzi infradiciottenni e adulti fino a 25 anni”.