Ex calciatore muore davanti alla moglie e ai figli dopo essersi tuffato da una scogliera

L’ex giocatore della giovane squadra del club olandese Vitesse Arnhem è saltato nel pomeriggio di giovedì 12 maggio da una scogliera alta circa 22 metri sulle isole Malgrats in Spagna.

Avendo calcolato male il suo salto, ha colpito gli scogli prima di scomparire in mare. Il suo compagno, che stava filmando il salto da una barca, ei suoi due figli, hanno assistito alla scena.

Il suo corpo, evidenzia, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è stato recuperato lo stesso giorno dal fondo del mare dal Gruppo Speciale per le Attività Subacquee (GEAS) della Guardia Civile.

Ad uccidere il tuffatore il contatto violento con gli scogli che gli avrebbero procurato ferite e fratture al cranio e non solo.