Faceva il dentista ma era un panettiere

Sulla carta è un panettiere con tanto di partita Iva. In passato si è cimentato anche in altri mestieri come carrozziere, commerciante di sementi, ristoratore, antiquario, insomma nulla di attinente al settore medico.

Ma la sua vera “passione” è l’odontoiatria. B.R. 55 anni, è stato denunciato per esercizio abusivo della professione medica mentre lo studio e le attrezzature sono stati sottoposti a sequestro.

La Guardia di Finanza lo ha scoperto mentre esercitava abusivamente la professione di dentista in uno studio odontoiatrico di Pace del Mela, in provincia di Messina, ma senza autorizzazioni e senza seguire le regole igienico-sanitarie.

Ad aggiungersi alle sanzioni, anche quella per non aver rispettato i protocolli per il contenimento dell’epidemia di Coronavirus. Il finto dentista è stato scoperto per il grande viavai di pazienti che accedevano al finto studio, elemento che ha insospettito le Fiamme gialle.

I militari sono intervenuti e lo hanno sorpreso in flagranza, nell’atto di visitare una paziente, già seduta sulla poltrona medica. Anche i funzionari dell’Asp di Messina, intervenuti su richiesta degli investigatori, hanno ispezionato i locali confermando la violazione delle più elementari norme igienico-sanitarie.